Euro 2016: resoconto prima giornata gruppo F

Pubblicato il autore: andrea nervuti Segui

euro-2016-group-f

La prima giornata delle gruppo F di Euro 2016 si gioca sui due lati estremi della Francia. Allo stadio di Bordeaux si affrontano Austria ed Ungheria (ore 18), mentre allo Stade Geoffry –Guichard  di St Etienne si sfidano il Portogallo di Cristiano Ronaldo e la sorprendente Islanda guidata da Lagerback (ore 21).

Austria v. Ungheria   0-2.

(62’ Szalai; 87’ Stieber)

Una sorta di derby dell’impero austro-ungarico quello che va in scena allo stade de Bordeaux. Primo tempo contratto e poco spettacolare. Si segnala il palo di Alaba centrato con un gran sinistro dopo appena trenta secondi, seguito dalla palla- gol partorita dal talento di Arnautovic ma non concretizzata dal compagno di reparto Harnik. I magiari sembrano più compatti anche se privi di fantasia, mentre gli austriaci puntano sulle folate offensive dei suoi due “top Player”.

Nella ripresa Dzsudzsak impegna subito il portiere Almer con una sassata dai 25 metri, accendendo qualche spia luminosa fra i rossi della Republik Österreich.

Al 62’ l’Ungheria passa addirittura in vantaggio grazie a Szalai, che capitalizza uno scambio ben orchestrato da Kleinheisler superando in uscita il portiere austriaco con un gran tocco d’esterno destro.

Un minuto dopo arriva anche l’espulsione Dragovic (a seguito di un secondo giallo piuttosto ingeneroso) e la squadra di Koller si trova costretta a giocare l’ultima mezz’ora in svantaggio numerico.

La banda di Storck sfrutta gli spazi, si avvicina al raddoppio ma non concretizza la superiorità fino all’87esimo, quando una sgroppata di Stieber si conclude con un delicatissimo pallonetto a scavalcare l’incolpevole Almer. Bel gol del centrocampista scuola Amburgo che chiude il match, regalando i primi tre punti del gruppo F alla squadra ungherese.

Portogallo v. Islanda   1-1

(31’ Nani; 50’ Bjarnason)

C’è molta curiosità attorno alla debuttante Islanda di Langerbak, ma il Portogallo da l’impressione di dominare sin dall’inizio.

Nani va subito vicinissimo al gol con un gran stacco di testa che esalta le doti feline di Halldorsson. Poco dopo, sul geniale lancio di Pepe, è il clamoroso liscio di Cristiano Ronaldo a fare notizia.

La trincea vichinga regge coi denti per una trentina di minuti, anzi trentuno,  quando Nani sblocca il punteggio grazie ad una deviazione volante al termine di un bellissimo fraseggio fra Andre Gomes ed il terzino Vierinha. Niente da dire, il primo tempo termina con il meritato vantaggio in favore dei ragazzi di Fernando Santos.

Nella ripresa si materializza la sorpresa : i vichinghi trovano il pareggiano con la volee di Bjarnason lasciato incredibilmente solo al centro dell’area! Delirio fra i 30.000 arrivati islandesi arrivati in Francia.

I rosso – verdi non ci stanno e con il solito Nani sfiorano il vantaggio al 70’ ( spizzata di testa fuori di un nulla). Poi è la volta di Quaresma, che al 77esimo impegna nuovamente Halldorsson con bel destro: palla in corner. È ormai un assedio lusitano.

All’ 81 Pepe sfiora la traversa con una zuccata possente. Al ‘85 CR7 si divora una gran palla gol, regalando un confetto al portiere avversario. I portoghesi non segnano e per poco gli islandesi non ne approfittano con un sinistro di Finbogasson respinto da Rui Patricio.

Nulla di fatto e dopo oltre 5 minuti di recupero, il signor Cakir manda tutti negli spogliatoi.

Altra sorpresa, bella partita e primo- storico- punto dell’Islanda ad Euro 2016.

 

Classifica del gruppo F dopo la prima giornata: Ungheria 3; Portogallo e Islanda 1; Austria 0

 

Andrea Nervuti

  •   
  •  
  •  
  •