Euro2016, Conte in conferenza stampa: “Evitiamo rotture di scatole con l’Irlanda”

Pubblicato il autore: Domenico Margiotta Segui

Conte


Conte in conferenza stampa. Con il primo posto nel girone, ormai acquisito grazie alle due vittorie contro Belgio e Svezia, Antonio Conte non smette di tenere alta, anzi altissima la tensione e la concentrazione: “Non è una vigilia tranquilla e serena. So benissimo che se perdi domani, arrivano rotture di scatole. Quindi, evitiamo rotture di scatole”. Il commissario tecnico della Nazionale cerca, anzi pretende la vittoria contro l’Irlanda nell’ultima gara, quella di domani sera, del girone E. Il turnover, stando alle dichiarazioni del ct azzurro, non sarà totale: “L’Italia è una, quella che ha giocato con Belgio e Svezia e quella che giocherà domani contro l’Irlanda: perciò rispetto a quello che avevo detto qualche giorno fa, ci ho ripensato. Farò meno cambi del previsto. Non saranno nove sostituzioni, non saranno cinque, fate un po’ voi la media. E’ una partita delicata anche per gli equilibri interni: non dite che ci sono titolari e riserve”.

Conte in conferenza stampa. La Nazionale italiana ormai ha gli ottavi di finale di questo Europeo in tasca, ma il nostro commissario tecnico non vuole sentire parlare di partita inutile, anzi continua a dettare ai suoi le linee guida di comportamento: “L’umiltà fa parte dell’intelligenza. Dobbiamo cercare di essere umili, consci dei nostri mezzi che possono essere tanti cosi come i nostri difetti. Abbiamo intrapreso un percorso nel modo giusto, ma questo non ci deve mai far perdere la strada maestra perché saremmo degli stolti a cadere in un tranello del genere”. Umiltà, ecco la nuova parola detta in conferenza stampa che va ad arricchire l’ormai noto vocabolario contiano. Tra sinonimi e contrari, le parole di Antonio risuonano proverbiali nel nostro immaginario collettivo: sono le stesse parole che hanno fatto da sottofondo alle prime due partite dell’Europeo, alle prime due vittorie degli azzurri, alla qualificazione insperata (almeno in questo modo) e ai sogni conseguenti di tutti i tifosi azzurri. Un ultimo intervento del commissario tecnico concerne infine l’avversario di domani, l’Irlanda, che insegue una qualificazione quasi impossibile: “Dovremo fare molta attenzione perché per loro sarà la partita della vita e noi brutte figure non le vogliamo fare”.

  •   
  •  
  •  
  •