Euro2016, Italia qualificata ma il tabellone fa paura

Pubblicato il autore: Domenico Margiotta Segui

MILAN, ITALY - SEPTEMBER 14: Juventus FC manager Antonio Conte looks on before the Serie A match between FC Internazionale Milano and Juventus FC at San Siro Stadium on September 14, 2013 in Milan, Italy. (Photo by Marco Luzzani/Getty Images)


Italia qualificata ma il tabellone fa paura. Dopo due gare vittoriose in questo primo spicchio di Europeo di Francia, la Nazionale azzurra ha fatto tanto, ma a conti fatti non ha fatto ancora niente. Il cammino è ancora lungo e tortuoso e, oltre all’ultima gara del girone E contro l’Irlanda di mercoledì prossimo alle ore 18:00, il pericolo più grande al momento si chiama Croazia. Il raggiungimento degli ottavi di finale è ormai cosa certa, meno certo è il passaggio del turno come prima classificata (ma a conti fatti manca solo la matematica). Come prima del girone E, l’Italia sfiderebbe la seconda classificata nel girone D, molto probabilmente la Croazia che, dopo il pareggio per 2-2 contro la Repubblica Ceca, dovrà necessariamente battere la Spagna nell’ultima giornata della fase a gironi per scavalcarla al primo posto. E dopo Spagna o Croazia, già di per sé entrambe sfide molto difficili contro i due volte campioni d’Europa in carica o contro una delle outsider del torneo, l’Italia se la dovrà vedere con la prima del girone C, una tra la Polonia e soprattutto la Germania, che comunque non appare essere più quel collettivo travolgente di due anni fa. I tedeschi restano una delle favorite alla vittoria finale della kermesse europea. Insomma, il cammino degli azzurri, dopo la gara contro l’Irlanda, comincia davvero a farsi duro: Spagna, Croazia, Germania sono tre nazionali forti e mature, dotate di ottima tecnica individuale, gioco di squadra consolidato e tanta esperienza a bordo.

Leggi anche:  Roma,Brighi: "Quella sera di Cluj fu un sogno"

Italia qualificata ma il tabellone fa paura. Nella stessa parte del tabellone, l’Italia troverà probabilmente anche la Francia padrona di casa, attualmente al primo posto nel girone A con due vittorie in altrettante partite disputate. Insomma, Spagna, Francia, Croazia e Germania i possibili incroci futuri degli azzurri. E’ noto come la Nazionale guidata dal commissario tecnico Antonio Conte si trasforma al cospetto di squadre sulla carta più forti (vedi la superba prestazione nella gara contro il Belgio) e, invece, tende a trovare difficoltà contro quelle più deboli sulla carta (la gara con la Svezia). Intendiamoci, la Nazionale ha rischiato poco o nulla contro gli svedesi, ma quando vengono meno gioco e fantasia, bisogna inventarsi qualcos’altro per puntare in alto. E’ una Nazionale di corsa, di cuore, di coesione e i giocatori che hanno nelle corde qualità tecniche di assoluto valore non ce ne sono. Più volte Conte ha spiegato di aver chiamato gli uomini migliori per il suo modo di vedere il calcio e, al momento, i risultati e le prestazioni gli stanno dando ragione. Vedremo quali saranno le future conferme di questo collettivo che, comunque sia, ci sta facendo sognare, e finalmente. Si, Italia qualificata ma il tabellone fa paura e più si andrà avanti, più le sfide saranno accese.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: