Finale andata playoff Serie B, Lapadula fa 30 ed il Pescara vede la serie A

Pubblicato il autore: Rocco Menechella Segui

lapadula-pescara-serieb

Finale andata playoff serie B, primo round al Pescara. All’Adriatico di Pescata i Delfini agli ordini di Massimo Oddo hanno battuto per 2-0 il soprendente Trapani di Serse Cosmi, grazie ai goal di Benali e Lapadula, nella gara d’andata della finale dei playoff di B che sancirà quale squadra accompagnerà Cagliari e Crotone nella promozione in Serie A, Oddo può contare sul suo tridente offensivo e soprattutto sul suo bomber principe, Gianluca Lapadula, capocannoniere del campionato cadetto. In porta c’è Fiorillo, mentre Memushaj, Torreira e Verre formano il trio di centrocampo, con Campagnaro e Fornasier centrali difensivi e il duo Zampano-Crescenzi sulle fasce. Cosmi si affida invece al 3-5-2, con Coronado e Petkovic di punta, mentre Eramo, Scozzarella e Nizzetto agiscono nella zona nevralgica del campo, con Fazio e Rizzato sulle fasce. In difesa, davanti a Nicolas, ci sono Perticone, Pagliarulo e Scognamiglio. Il grande tifo dagli spalti sembra dare maggior carica alla squadra di casa, che inizia la partita a spron battuto e dopo sei minuti costruisce la prima occasione da goal, con Campagnaro che impegna severamente Nicolas. Il Trapani è comunque ben messo in campo e non concede tanti spazi agli avversari, confidando poi nelle azioni di contropiede per pungere. Ancora Nicolas protagonista al 17′, quando respinge una conclusione ravvicinata di Lapadula. Al 27′ l’episodio che dà una svolta alla partita: il centrocampista del Trapani Scozzarella commette un brutto fallo ai danni di Benali e rimedia il giallo da parte dell’arbitro Pairetto; con un calcione, poi, Scozzarella allontana il pallone, in un chiaro gesto di stizza, e il direttore di gara gli rifila il secondo giallo, espellendolo così dal campo. Incredulo Scozzarella e furioso in panchina Cosmi, più col suo giocatore che con Pairetto. Nonostante la superiorità numerica, comunque, il Pescara non riesce a passare e il primo tempo termina a reti inviolate. Non passa un minuto nella ripresa che il Pescara trova il goal del vantaggio: bella azione dei Delfini sulla sinistra, con Verre che dalla sinistra dell’area calcia un bel diagonale, respinto sull’altro versante da Nicolas; un nuovo cross al centro, invece, viene finalizzato da Benali che da centro area trova la deviazione vincente. Il Pescara insiste, approffittando della superiorità numerica, mentre il Trapani cerca di salvare il salvabile, provando a limitare i danni.

Leggi anche:  Sky, DAZN, Eleven Sports? Dove vedere Copa America 2021 in tv e in streaming, 47^ edizione Brasile

LAPADULA FA 30 – La pressione del Pescara, che vola sulle onde dell’entusiasmo e dell’incitamento del proprio pubblico, viene coronata al 72′, quando col suo bomber Lapadula trova il goal del raddoppio: servito da Verre, l’attaccante biancoceleste entra in area dalla destra, si accentra e con un sinistro rasoterra batte Nicolas. Per Lapadula è il goal numero 30 di questa sua straordinaria stagione. Cosmi è imbufalito in panchina e invita i suoi a cercare di accorciare le distanze, in vista del match di ritorno. Il risultato, però, non cambia più e il Trapani dovrà cercare di vincere perlomeno per 2-0 per poter andare ai supplementari; è da ricordare che se anche al termine dei supplementari il risultato rimarrà di 2-0 a favore del Trapani non si calceranno i rigori ma sarà la squadra di Cosmi a strappare il biglietto per la Serie A in virtù del miglior piazzamento in campionato.

  •   
  •  
  •  
  •