Georges Grun: “Il Belgio per la prima volta è fra le favorite. Spero che Nainggolan resti a Roma”

Pubblicato il autore: Masi Vittorio Segui

georges-grun-12b-rtl

Una vecchia conoscenza del calcio belga, ma anche nostrano, come Georges Grun, è intervenuto a “Tele Radio Stereo 92.7“, per commentare l’ormai imminente sfida fra la Nazionale Italiana ed il Belgio. Ecco le sue parole:
Il mio Belgio è sicuramente fra le favorite per la vittoria finale. E’ la prima volta che abbiamo un numero così elevato di talenti in giro per le migliori squadre europee. In difesa abbiamo perso per infortunio Kompany, bisogna registrare i meccanismi difensivi, ma per esempio in mezzo abbiamo due difensori che giocano nel Tottenham e che si conoscono benissimoC’è tanto talento anche in panchina, mi piace più di tutti Origi, che ha mezzi straordinari. Ma in campo ci sono Hazard, c’è De Bruyne che per numeri è quello che preferisco, e come centrale Wilmots preferisce LukakuNon sottovaluto l’Italia, tanti calciatori out per infortunio, l’assenza di stelle di prima grandezza, ma anche tanta esperienza, sagacia tattica e la difesa della Juventus che è la più forte che c’è in circolazione. Sarà per il Belgio un test probante“.

A questi punti l’attenzione si sposta su di un suo connazionale, attualmente in forza alla Roma, ossia Radja Nainggolan, al centro di diverse voci di mercato che lo vorrebbero, il prossimo anno, lontano dalla città capitolina: “Nainggolan? Non fu convocato per il Mondiale in Brasile, è un centrocampista importantissimo, un lottatore, per la Roma è un gladiatore, per questo in giallorosso sta benissimo. Vede bene il gioco ha un ottimo senso della posizione, recupera palloni, per me è una rivelazione, a Roma ha fatto passi da gigante, e per la Nazionale oggi è un titolare indiscutibile. Spero rimanga in giallorosso, ci sono club a lui interessati, ma mi piacerebbe se restasse alla Roma“.

L’ex centrocampista di Parma e Anderlecht non ha tutti i torti. Il Ct belga Wilmots ha solo che l’imbarazzo della scelta a vedere la lista dei suoi 23 convocati (di seguito).
Se in passato il Belgio ha potuto, sì, contare su alcune individualità di grande caratura, come Michel Preud’Homme, Enzo ScifoDaniel Van Buyten o Luis Oliveira, questa volta è proprio il collettivo ad essere di alto, anzi altissimo livello. La Nazionale italiana dovrà dare, quindi, il meglio di sè per superare indenne l’esordio di questa sera.

Portieri
: Courtois (Chelsea), Gillet (Mechelen), Mignolet (Liverpool).
Difensori: Alderweireld (Tottenham), Ciman (Montreal Impact), Denayer (Galatasaray), Kabasele (Genk), J. Lukaku (Oostende), Meunier (Bruges), Vermaelen (Barcellona), Vertonghen (Tottenham).
Centrocampisti: Dembelè (Tottenham), Fellaini (Manchester United), Nainggolan (Roma), Witsel (Zenit).
Attaccanti: Batshuayi (Marsiglia), Benteke (Liverpool), Carrasco (Atletico Madrid), De Bruyne (Manchester City), Hazard (Chelsea), R. Lukaku (Everton), Mertens (Napoli), Origi (Liverpool).
  •   
  •  
  •  
  •