Giampiero Ventura, il successore di Conte in Nazionale

Pubblicato il autore: Armando Suma Segui
Successore di Conte

Dalla Figc smentiscono, ma Ventura dovrebbe essere il futuro allenatore della Nazionale (Fonte foto: www.vavel.com)

Fino a poco tempo erano due i nomi considerati come principali candidati per assumere l’incarico di Commissario Tecnico della Nazionale di calcio italiana per il dopo Conte: Giampiero Ventura e Vincenzo Montella. Il secondo piace per il suo gioco innovativo, almeno in Italia, e per la buona esperienza trascorsa sulla panchina della Fiorentina; il primo piace per le sue abilità nell’inculcare ai giocatori il suo stile di gioco, fatto che si è rivelato ancora più evidente alla guida del Torino, con il quale è riuscito ad ottenere non solo una serie di salvezze consecutive in Serie A, ma anche risultati che andavano al di là delle aspettative di partenza. Con l’attuale tecnico azzurro già con la mente alla Premier League e al Chelsea, squadra che allenerà nella prossima stagione, resta la domanda sul chi sarà il successore di Conte. Secondo il Corriere dello Sport ci sarebbero delle novità sulla questione: la Federcalcio si sarebbe infatti messa in contatto con Giampiero Ventura per valutare il futuro della Nazionale. A dire la verità, gli organi di vertice della federazione hanno smentito qualsiasi incontro con l’attuale allenatore del Torino, proprio perché sapevano di essere “spiati” dalla stampa nazionale, però sembra piuttosto probabile che l’incontro sia effettivamente avvenuto, stando alle fonti del Corriere.

Ieri Ventura, che comunque si trovava a Roma, avrebbe discusso con Tavecchio un contratto biennale da 1,5 milioni di euro più bonus per assumere le redini degli Azzurri. In ogni caso, quest’accordo dovrebbe essere stipulato ufficialmente dopo martedì 7 giugno, quando cioè Tavecchio renderà noto al consiglio federale la scelta sul successore di Conte. Presumibilmente, Ventura sarebbe molto felice di assumere quest’incarico, sarebbe di fatto un grande salto in avanti nella sua carriera da allenatore, nonostante le sue capacià in questa veste siano ormai ampiamente riconosciute sul territorio nazionale. In realtà la sua candidatura non è poi così recente: le indiscrezioni sul futuro della Nazionale proseguono ormai da febbraio. Al tempo, quando gli fu chiesto cosa ne pensasse dell’eventualità di diventare il successore di Conte, rispose così: “A qualsiasi allenatore piacerebbe allenare la Nazionale. Sarebbe un motivo d’orgoglio”.

Resta da capire come affronterà, nel caso in cui si riesca a chiudere una trattativa che al momento appare indirizzata sui binari giusti, il peso del suo nuovo ruolo. Al proposito il tecnico genovese ha già rilasciato delle dichiarazioni interessanti rilasciate qualche settimana fa: È un momento negativo per la Nazionale, perché di italiani ce ne sono meno. Occorre il coraggio di farli giocare. Secondo me ci sono più calciatori giovani di talento di quanti se ne possa pensare, che possono creare lo zoccolo duro dell’Italia”. Non è chiaro a chi si riferisca Ventura, però qualche giovane italiano di talento in effetti c’è: lo stesso Antonio Conte a deciso alla fine di portare agli Europei Federico Bernardeschi, oltre a Mattia De Sciglio e, ovviamente, Lorenzo Insigne. A questi potrebbero aggiungersene quindi altri: con il suo Torino, Ventura ha lanciato definitivamente giocatori piuttosto giovani come Zappacosta, Baselli e Benassi, calciatori che, con un po’ di fortuna, potranno risultare utili alla Nazionale in futuro.

  •   
  •  
  •  
  •