Italia-Belgio, precedenti e curiosità. Agli Europei sarà la quarta volta

Pubblicato il autore: Maurizio Ribechini Segui

Belgio ItaliaMancano praticamente 48 ore all’esordio agli Europei francesi dell’Italia, che lunedì sera affronterà il Belgio.

Dando uno sguardo ai precedenti fra le due Nazionali possiamo notare anche delle curiosità davvero interessanti. Ma partiamo da un po’ di numeri: complessivamente nella storia del calcio Italia e Belgio si sono affrontate finora 21 volte, gli azzurri hanno vinto in 13 occasioni, poi vi sono stati 4 pareggi e 4 successi dei “diavoli rossi”. L’Italia ha segnato in tutto 41 reti e ne ha subite 24. Un bilancio quindi favorevole nettamente agli azzurri, anche se come sappiamo il movimento calcistico belga è cresciuto esponenzialmente negli ultimi anni e l’ultima sfida fra le due, lo scorso 13 novembre 2015, si è conclusa appunto con la vittoria belga per 3-1 in amichevole a Bruxelles: all’illusorio vantaggio di Candreva risposero Vertonghen, De Bruyne e Batshuayi.

Le due nazionali si sono incontrare una solo volta ai Mondiali: nel 1954 in Svizzera gli azzurri vinsero con un secco 4-1;  mentre la sfida è quasi un habituè al Campionato Europeo, dal momento che la gara di questo lunedì sarà il quarto confronto fra le due. Vediamole con ordine. Iniziamo dal 1972, un’epoca nella quale gli Europei non si disputavano ancora con una fase finale a gironi e play-off concentrati in un mese e in un singolo Paese, come siamo abituati a conoscere dai primi anni Ottanta: a quel tempo infatti solo le semifinali e le due finali (sì disputava anche quella per il terzo posto) si giocavano in un singolo Paese, ma fino ai Quarti di finale si giocava, peraltro durante l’anno, con gare di andata e ritorno. E fu proprio ai Quarti di finale che Italia e Belgio si incontrarono: gara di andata a Milano il 29 aprile 1972 che finisce 0-0, ritorno il 13 maggio a Bruxelles con i padroni di casa che si impongono per 2-1 (inutile gol azzurro di Gigi Riva su rigore a 4 minuti dalla fine) ed estromettono l’Italia dalle semifinali, che si sarebbero giocate un mese più tardi proprio in Belgio. Il trofeo sarà alzato dalla Germania Ovest.

Un film molto simile si ripete nel 1980, prima edizione con fase finale concentrata tutta in estate e che si gioca proprio sul territorio italiano. Nella fase a gironi l’Italia trova la Spagna (pareggio 0-0), l’Inghilterra (che battiamo per 1-0 con gol di Tardelli) e poi nell’ultima sfida proprio il Belgio. A loro basta il pareggio, a noi serve la vittoria. Ma quel 18 giugno a Roma il risultato non si sblocca e la gara termina 0-0: il Belgio va in finale e si ferma solo davanti alla Germania Ovest, che vince la seconda coppa “Delaunay” nel giro di otto anni. Noi chiudiamo quarti, dopo aver perso la finalina ai rigori con la Cecoslovacchia.

stefano_fiore_cosenzaIl successivo scontro europeo fra Italia e Belgio si gioca invece a Euro 2000 proprio in territorio belga (e olandese). Era la seconda partita della fase a gironi: nella prima avevamo battuto la Turchia per 2-1  e nella seconda liquidammo appunto i padroni di casa belgi con un 2-0 siglato Totti e Fiore. Guardando due curiosità dobbiamo notare che, esattamente come quest’anno, dopo la sfida al Belgio gli azzurri erano attesi dalla Svezia, che in quella circostanza battemmo per 2-1, chiudendo il girone a punteggio pieno. Altra curiosità sta nel fatto che (con esclusione dell’edizione del 1972 giocata appunto con gare di andata e ritorno) la gara di lunedì sera sarà la prima in un campo veramente “neutro” fra le due squadre in una fase finale europea, dato che appunto nel 1980 si giocava in Italia e nel 2000 in Belgio.

Infine un’ultima curiosità particolare. A proposito di sfide dell’Italia contro il Belgio e poi a ruota subito contro la Svezia, oltre a questo Europeo 2016 e a quello del 2000 appena citato, era successo anche un’altra volta. Infatti è da notare che la Nazionale ha giocato l’ultima partita del Novecento in amichevole contro il Belgio a Lecce il 13 novembre 1999 (sconfitta 1-3 con gol azzurro di Paolo Vanoli all’esordio) e poi ha disputato la prima partita del Nuovo Millennio il 23 febbraio 2000 in amichevole proprio contro la Svezia, battuta alla “Favorita” di Palermo per 1-0 con un rigore di Del Piero.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: ,