Italia-Belgio :quella volta che… (parte seconda)

Pubblicato il autore: massimiliano granato Segui
?????????????????????????????????????????????????????????

Anno 2000. Per la prima volta nella storia degli Europei (accadrà di lì a poco anche per il Mondiale) una manifestazione viene organizzata da due paesi. In questo caso sono Belgio e Olanda ad ospitare il campionato, anche se gli occhi sono soprattutto per la squadra Orange, guidata dall’ex rossonero Franklin Rijkaard. L’Italia è guidata da Dino Zoff, che ha rilevato Cesare Maldini dopo il mondiale francese, dove la squadra azzurra è stata eliminata ai quarti (ai rigori ) contro proprio i padroni di casa, che avrebbero poi vinto il mondiale per la prima volta nella loro storia. Lo scudetto è andato alla Lazio di Eriksson, che riporta il titolo sulla capitale (sponda biancazzurra ) dopo ben 26 anni.  Italia e Belgio si affrontano nella seconda partita: gli azzurri nella prima gara hanno battuto 2-1 la Turchia mentre i diavoli rossi hanno superato la Svezia con il medesimo punteggio. E’ una bella Italia, che annovera Toldo in porta (Buffon si è infortunato in amichevole), Maldini, Cannavaro, Nesta, Iuliano Zambrotta in difesa e un bel centrocampo con Totti, Conte, Fiore, Di Biagio,Del Piero e Ambrosini. In attacco Filippo Inzaghi e Delvecchio, con il 10 juventino con licenza di uccidere. Inoltre rincalzi di lusso come Negro e Ferrara. Il Belgio non incanta ma è comunque una formazione di tutto rispetto, con Staelens, Wilmots (attuale ct) e Van Kerckoven in attacco. La Nazionale italiana non è favorita, ma pare misteriosamente lanciata verso un cammino che poi sarà in effetti molto lungo. Dopo un salvataggio sulla linea del portiere De Wilde su tiro di Inzaghi, gli azzurri passano: punizione da destra di Delvecchio e splendido tuffo di testa di Totti a volo d’angelo: sono passati solamente sei minuti e l’Italia è in vantaggio. I belgi reagiscono e Goor colpisce la traversa con una bella conclusione dal limite. Più tardi Staelens con una staffilata da fuori sfiora il palo alla sinistra di Toldo, che nella ripresa para un’insidiosa punizione di Nilis. Al 66′ gli azzurri chiudono il conto con una perentoria conclusione di Fiore. Da notare che entrambi i ct della partita di domani, vengono ammoniti in quell’occasione (Conte e Wilmots, appunto ). L’Italia vince così la seconda partita su due e chiuderà il girone a punteggio pieno, regolando poi la Svezia per 2-1. Il Belgio, perderà anche contro la Turchia (2-0) venendo eliminata quindi al primo turno. La squadra di Zoff, come si sa, arriverà in finale eliminando ai rigori l’Olanda e perderà contro la Francia, con quel golden gol che ancora grida vendetta. Il conto alla rovescia si sta velocemente esaurendo e la speranza è che si ripeta questo risultato di quella squadra fantastica.

Stadio King Badouin di Bruxelles

14-6-2000 ore 20.45
Italia- Belgio 2-0 (1-0)

Italia: Toldo, Maldini, Albertini, Cannavaro, Conte, Inzaghi (77’Delvecchio),Nesta, Iuliano, Zambrotta, Fiore
(83’Ambrosini), Totti (63′ Del Piero).
A disposizione: Abbiati, Antonioli, Ferrara, Negro, Di Livio, Pessotto, Di Biagio, Montella.
CT: Zoff

Belgio: De Wilde, Delfrande, Valgaeren, Staelens, Vanderhaeghe, Wilmots, Goor, Mpenza, Strupar (58’Nilis),
Verheyen (67′ M.Mpenza), Van Kerckhoven (46′ Hendrikx).
A disposizione: De Vielger, Herpoel, Clement, Walem, Peeters, Leonard, Van Meir, De Bilde.
CT: Waseige
Marcatori: Totti al 6′, Fiore al 66′
Ammoniti: Conte, Zambrotta, Wilmots
Espulsi: nessuno

 

MASSIMILIANO GRANATO

 

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: ,