Italia-Germania: quella volta che…

Pubblicato il autore: massimiliano granato Segui

Italia

Mancano poco più di due giorni alla grande sfida tra Italia e Germania: in palio c’è un posto per le semifinali di Euro 2016. Al Mondiale i precedenti sono ben quattro con tre vittorie azzurre ed un pareggio. Agli Europei le sfide sono tre, con il bilancio di una vittoria (2012 ) e due pareggi (1988 e 1996). Nel 1988 quindi ci fu la prima sfida, all’Europeo organizzato proprio in terra tedesca. E’ la frizzante Giovane Italia di Azeglio Vicini con validi elementi come Zenga, Bergomi, Ferri, Giannini, Donadoni, Vialli, Mancini e di vecchie volpi come Baresi ed Altobelli. E’ però una valida Germania (ancora Ovest)quella che gli azzurri si trovano di fronte nella gara inaugurale: ci sono gli interisti Matthaus e Brehme, c’è il romanista Voller e il portiere Immel. Le due squadre si erano affrontate in amichevole nell’aprile 1987 e la gara finì in parità con un super Zenga. Questa volta la gara è contraddistinta da due reti, una per parte: apre Mancini al 52′ con un bel diagonale su calcio d’angolo (con conseguente sfogo del doriano su parte della stampa) e pareggia Brehme al 55′, segnando su una punizione assegnata dall’arbitro per ritardo nel rinvio da parte di Zenga. L’Italia poi, come la Germania, otterrà il pass per la semifinale ma verrà battuta dall’Urss. La squadra di Beckenbauer invece, verrà sconfitta di misura dall’Olanda di Van Basten, che poi vincerà il torneo.

10 giugno 1988
Rheinstadion di Dusseldorf ore 20.15

Fase a gironi
Gruppo 1 gara 1

Germania Ovest-Italia 1-1 (0-0)

Germania Ovest: Immel, Buchwald, Brehme (76’Borowka),Kohler, Herget, Littbarski, Matthaus, Voller (81’Eckstein),
Thon, Berthold, Klinsmann.
A disposizione: Illgner,Wuttke, Rollf.
Ct: Beckenbauer

Italia: Zenga, Bergomi, Baresi, Maldini, Ferri, Ancelotti, De Napoli (86′ De Agostini),Giannini, Donadoni, Mancini, Vialli(89’Altobelli).
A disposizione: Tacconi,Ferrara, Francini
Ct: Vicini
Arbitro: Hackett (Inghilterra)
Marcatori: Mancini al 52′-Brehme al 55′
Ammoniti: Maldini, Ancelotti
Spettatori: 68.400 (paganti)

MASSIMILIANO GRANATO

 

  •   
  •  
  •  
  •