L’Italia si rassegni: anche a Napoli, si tifa per la Nazionale

Pubblicato il autore: Francesco Moscato Segui

205935154-58792808-caf4-4e4a-b5de-bc2063211c7fL‘Italia, con la vittoria di ieri contro la Svezia, e con la sconfitta dell’Irlanda, asfaltata dal Belgio per 3-0, che così si è svegliato dopo la brutta figura con gli azzurri di Antonio Contematematicamente primi nel girone E. Ieri, gli Azzurri, hanno giocato alle 15. Orario un po’ fastidioso, soprattutto per chi lavora, per chi è impegnato in affari, e che vorrebbe vedere la propria Nazionale, andare avanti nell’Europeo Transalpino. Tutta Italia, infatti, tramite foto in uffici e studi, in matrimoni e funzioni religiose, ha saputo come guardare la partita con la Svezia. Chi ha finto influenze, chi ha tolto la connessione al telefono, chi con proiettori l’ha messa sulle pareti dei magazzini, insomma, l’Italia, ha sempre un gran seguito. Dappertutto. Anche a Napoli. Dove, da qualche anno, qualcuno, si è staccato nel tifare la maglia azzurra nazionale, per tristi motivi razzisti, e storico-politico. Ma l’Italia intera, deve anche sapere che a Napoli, si segue l’Italia. Ieri, infatti, dalle 15 alle 16.45, le vie erano semivuote, ed al gol di Eder, urla di ogni tipo, se ne sono sentite. Allora, perché parlare per soliti ed inutili luoghi comuni? Il sondaggio effettuato, afferma che il 71, 5% tifa e sostiene per la Nazionale di Antonio Conte, il resto, o la guarda per il piacere del calcio, oppure perché spera nelle  scommesse. A Napoli, ci sono scontri tra persone, all’interno di link e bacheche, dove anche tifosi di altre squadre, criticano i partenopei di non sostenere la Nazionale. In città, cominciano a spuntare anche bandiere fuori alle balconate dei palazzi. Poi, il solito fastidioso atteggiamento razzista-territoriale, che non smuove napoletani dal non sostenere la Nazionale. La risposta alle domande è quasi sempre questa: “Perché devo tifare Italia, se per 11 mesi sperano nell’eruzione del Vesuvio”? Risposta anche pesante e con qualche motivo logico, come disse Maradona nel 1990, ma se a Napoli si tifa Italia, una ragione l’Italia intera se la deve pur trovare. Anche in tv, nelle dirette delle gare della Nazionale, sono apparsi napoletani seguire Buffon e compagni, quindi, parlare per luoghi comuni, rende quelle persone povere dentro e definire Insigne ed Immobile oriundi, solo perché napoletani, è un’offesa al paese intero, che non fa sentire Fratelli D’Italia nessuno.

Leggi anche:  Totti: " Maradona? Sarà sempre con noi"
  •   
  •  
  •  
  •