Maradona, e il sogno di tornare a Napoli

Pubblicato il autore: Francesco Moscato Segui

maradona-image-6616-article-ajust_614
Dopo l’abbraccio pacificatore con Pelé, e il suo pensiero riguardo la Nazionale Italiana, la debolezza da leader di Messi, e il valore di Pogba, Diego Armando Maradona, da Parigi, dice la sua anche sul Napoli, e sul suo sogno, di poter tornare un giorno a lavorare per la società azzurra. El Pibe de Oro, attraverso un’intervista, non ha esitato a confermare il suo affetto, ed amore verso la città partenopea, e la squadra che ha vinto con le sue prodezze, negli anni ’80. Ma ha anche lanciato, qualche polemica, nei confronti della politica, e della burocrazia italiana:Vorrei tornare a Napoli, un giorno: mi piacerebbe tanto riabbracciare tutti i tifosi partenopei. Mi manca l’Italia, ma soprattutto Napoli. Nel vostro paese, c’è questa burocrazia, che non ti permette di restare un po’. Subito ti cacciano. Ma questa stretta burocrazia, non mi permetterà mai di stare fuori dalla città che amo. Mi piacerebbe tornare un giorno a lavorare per il Napoli.  Le cose che ho vissuto con i tifosi del Napoli, le emozioni che abbiamo condiviso non le può mettere in dubbio nessun politico. Ora però sono a Dubai, lavoro come ambasciatore dello sport, e sto bene.” Inoltre, Maradona, ha anche avuto un confronto, alquanto tranquillo, col nuovo presidente della Fifa Infantino: “Si, Infantino, mi è parsa un’ottima persona. Che parla in faccia. Ed inoltre, ha in mente, di far pagare a chi ha sbagliato nel calcio in questi ultimi anni. Ci vuole pulizia, dopo la gestione fallimentare di Blatter

  •   
  •  
  •  
  •