Messi, addio a sorpresa alla Nazionale. Decisiva la nuova sconfitta dell’Argentina

Pubblicato il autore: Gioacchino Moncado Segui

Leo Messi ArgentinaLionel Messi ha detto addio alla maglia dell’Argentina. La decisione, per certi versi clamorosa e sicuramente inaspettata , è stata annunciata immediatamente dopo la conclusione della finale di Coppa America persa ai rigori dall’Albiceleste contro il Cile. Per l’Argentina la sconfitta nella finalissima del massimo torneo del continente sudamericano rappresenta il  terzo k.o. dopo quelli del 2007 e del 2015.  Senza dimenticare la sconfitta nella finale del Mondiale 2014 contro la Germania. Tutte occasioni queste nelle quali la stella di Messi non ha brillato. Una macchia questa che probabilmente ha inciso in maniera decisiva sulla scelta del campione del Barcellona che a soli 29 anni ha deciso di dire addio alla Nazionale.

Le parole di Leo Messi subito dopo la finale persa ai rigori contro il Cile.

“Per me è finita. Ci sono state quattro finali e non mi sono bastate per vincere. Ci ho provato. Era la cosa che desideravo di più, ma non ci sono riuscito, quindi penso che sia finita. Ho fatto tutto quello che potevo, la decisione è presa”,

Poche frasi ma cariche di effetto che hanno lasciato di stucco un’intera nazione che ancora una volta puntava sul suo giocatore più forte, osannato al pari di un certo Diego Armando Maradona, che però ancora una volta nel momento decisivo ha tradito. Anche nella finale contro il Cile Messi ha deluso le aspettative. Ha fallito il suo calcio di rigore aprendo la strada al Cile ad un clamoroso bis. Due anni fa, nella finale del Mondiale, Messi invece aveva fortemente deluso con la Coppa che inesorabilmente aveva preso la strada della Germania. Per Messi, quindi, se non si tratta di maledizione “nazionale” poco ci manca. L’attaccante del Barcellona ha sempre pagato a caro prezzo la pressione immane che si è concentrata proprio su di lui nelle occasioni più importanti che hanno visto l’Argentina giocarsi qualcosa di importante. La carriera in Nazionale di Messi, quindi, termina senza alzare al cielo nessun trofeo e con un record, assolutamente di poco conto viste le potenzialità del campionissimo, quello di essere il miglior marcatore della storia dell’Argentina con 55 reti.  Adesso il calcio internazionale dovrà andare alla ricerca della sua nuova stella.

  •   
  •  
  •  
  •