Milan: Buon Compleanno Capitano! Paolo Maldini compie 48 anni

Pubblicato il autore: Pietro D'Alessandro Segui

maldini
Il nome Maldini per il Milan e per tutti i tifosi rossoneri evocherà sempre giorno fausti di trionfi e di emozioni forti. Papà Cesare, che ci ha lasciato ad aprile scorso, è stato un pilastro di quel Milan che portò in Italia la prima Coppa dei Campioni, conquistata, a spese del Benfica di Eusebio, con la indimenticata formazione che annoverava Ghezzi, David, Maldini, Trebbi, Benitez, Trapattoni, Mora, Sani, Altafini, Rivera, Pivatelli. Paolo, che oggi compie 48 anni, ha ereditato la classe e la signorilità del padre, trovando posto anche lui insieme al padre nel cuore dei tifosi rossoneri.

Paolo Maldini: Gli inizi

Paolo Maldini è nato a Milano il 26 giugno del 1968 e ha cominciato a calcare i campi di calcio con le giovanili del Milan e da allora non ha più cambiato maglia. L’esordio in prima squadra avviene il 20 gennaio 1985, quando ancora aveva 16 anni, mandato in campo nella ripresa da Nils Liedholm, per sostituire un compagno infortunato. Dalla stagione 1985/86 diventa titolare inamovibile e la maglia con i colori rossoneri ed il n. 3 gli rimane incollata addosso.

Paolo Maldini: La carriera

Tanti sono gli allenatori che in 25 anni di carriera al Milan hanno apprezzato le qualità di Paolo Maldini. Con Sacchi, Capello ed Ancelotti, Paolo Maldini ed il Milan hanno vinto tutto quello che era possibile vincere: cinque Champions League negli anni 1989, 1990, 1994, 2003, 2007; una Coppa Italia nel 2003; tre Mondiali per Club negli anni 1990, 1991, 2008; sei scudetti negli anni 1988, 1992, 1993, 1994, 1996, 1999, 2004; cinque Supercoppe italiane negli anni 1988, 1992, 1993, 1994, 2004 e cinque Supercoppe Europee negli anni 1989, 1990, 1994, 2003, 2007. Per quanto riguarda la Nazionale, Paolo Maldini ha collezionato 126 presenze in maglia azzurra. Dal 1997 è stato capitano del Milan, ereditando la fascia dall’altro grande capitano Franco Baresi, e lo sarà fino all’anno del suo ritiro, avvenuto nel 2009.

Paolo Maldini: Le caratteristiche tecniche

Dotato di una eleganza naturale, è stato uno dei più forti difensori al mondo. La sua intelligenza calcistica, accoppiata alla tecnica, gli ha permesso di giocare in tutti i ruoli della difesa, a sinistra, a destra e al centro, agevolato in questo dalla capacità di saper calciare indifferentemente con il sinistro e con il destro. Da marcatore assillante della punta avversaria, sapeva trasformarsi in terzino d’ala abile a crossare dal fondo. La sua correttezza sia in campo sia fuori dal campo ne hanno fatto un esempio da seguire non solo per i compagni di squadra, ma per tutti gli innamorati del gioco del calcio.
Buon compleanno Paolo, bandiera milanista!

  •   
  •  
  •  
  •