Milan: i cinesi vogliono l’80% e garantiscono subito un grande mercato

Pubblicato il autore: Simone Satragno Segui

berlusconi
Dopo qualche giorno di stallo, pare siano stati fatti passi avanti nella trattativa per la cessione del Milan ai cinesi. Arrivano importanti aggiornamenti per quel che riguarda la quota che la cordata asiatica ha intenzione di acquistare. Le ultime informazioni, prontamente verificate, si concentrano su un cambio di rotta a favore dei cinesi che dovrebbero prendere l’80% del Milan e non più il 70%. Il risultato è il frutto del lavoro tra le parti che è stato portato avanti nelle ultime settimane. La nuova soluzione sarebbe stata discussa per rendere più rapido il sistema di garanzie sulla restante quota, che i nuovi azionisti sono pronti a rilevare nei prossimi anni, come sarà previsto nel contratto preliminare di compravendita.

Si ipotizza che la firma sul preliminare possa arrivare proprio il giorno del raduno così da rendere il 7 luglio prossimo, il giorno di una nuova era milanista. Altra data importante è il primo luglio. Sarà il giorno dell’annuncio del nuovo allenatore. Il ballottaggio è sempre tra Giampaolo e Brocchi con una piccola speranza per un terzo volto come Frank De Boer.

Importanti novità pure sul budget. Da tempo uno dei problemi principali della trattativa era quello di trovare i fondi necessari per gli investimenti, un paletto posto proprio dal presidente Berlusconi che vorrebbe tornare subito a vincere grazie ai soldi dei cinesi. Ebbene pare che questo ostacolo sia stato superato. I cinesi dovrebbero immettere subito 100 milioni per l’attuale mercato e altri 300 per i prossimi tre anni, in modo da rinforzare il Milan e riportarlo in alto.

Come al solito, c’è però qualcosa che non torna nella trattativa per l’acquisto del Milan. Le difficoltà principali dell’affare, da un lato riguarderebbe il fatto che si continua a parlare di acquisti con disponibilità finanziarie pressoché illimitate, dall’altro si continua ad assistere a un mercato di basso profilo, con l’aggravante di un allenatore che non c’è. Se davvero fossimo a un passo dalla chiusura della trattativa con i cinesi, quanto costerebbe un piccolo anticipo di “contante” per fare un mercato degno del Milan, individuando anche il tecnico giusto? Ancora pochi giorni intanto, e verrà annunciato il nome del nuovo mister, e forse si saprà qualcosa di più in chiave cinese.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: