Milan, tanto rumore per nulla: il prossimo anno si riparte da Brocchi?

Pubblicato il autore: Paolo Bellosta Segui

IM_Brocchi
C’era una volta il Milan, formula abusata negli ultimi anni, ma vera più che mai. C’era il Milan che dominava il mercato, che puntava un giocatore o un allenatore e che se lo portava a casa nel giro di un niente, senza fiumi di parole, senza tanti rigiri.
C’era una volta il Milan che maramaldeggiava in giro per l’Europa, che andava da una capitale all’altra a esportare il suo marchio di fabbrica, il suo credo. Undici giocatori che facevano innamorare tanti ragazzini con quel gioco bello e spumeggiante.
Oggi il Milan è  ben’altra cosa, è una squadra che l’Europa non la vede manco col binocolo, ormai da anni. Una squadra che non affascina più, anzi che fa gelare il sangue nelle vene dei suoi tifosi.
Oggi la situazione è nera, nerissima. Siamo arrivati quasi a metà giugno e non si sa ancora nulla. Società, allenatore e calciomercato sono veri e propri punti interrogativi.
Una fase di stallo che impedisce la nascita di un qualsiasi progetto, ma chiariamo meglio il contesto.
In chiave allenatore salgono le quotazioni della conferma di Cristian Brocchi, ovviamente non per reale convinzione, ma solamente perchè le alternative stanno sfumando una dopo l’altra. L’ultimo nome che si allontana definitivamente è quello di Unai Emery.
Come riferisce il ‘Corriere dello Sport’, l’allungamento dei tempi sulla possibile cessione societaria si ripercuote sul mercato, nel frattempo il tecnico Emery è stato bloccato dal PSG sulla base di un contratto triennale.  Un accordo che frena dunque il possibile, ma in realtà mai partito, pressing di Adriano Galliani. Pellegrini resta ancora un nome credibile, ma difficilmente il cileno accetterà il progetto Milan. Un’operazione che appare improbabile anche per il costo dell’ingaggio che sarebbe sicuramente molto elevato.

Mentre per quanto riguarda il mercato dei giocatori? Senza l’entrata dei capitali cinesi, Galliani resta bloccato anche sul fronte giocatori. E’ sfumata l’idea Ibrahimovic e, a breve, potrebbe sgretolarsi anche la pista Kovacic, sul quale c’è anche il forte pressing della Juventus.

Attualmente la pista più percorribile sembra quella di Franco Vazquez, per il quale ci sono stati ulteriori contatti con il Palermo di Zamparini. Il trequartista piace da tempo ai rossoneri e potrebbe essere ad oggi l’unico rinforzo veramente raggiungibile.
Un contesto surreale, oggi più che mai Milano prega in cinese.

  •   
  •  
  •  
  •