Parte la Coppa America 2016: Per il centenario edizione speciale!

Pubblicato il autore: Omar Bonelli Segui


Nella notte del 4 Giugno alle ore 03.30 prende il via la Coppa America 2016, o per meglio dirsi la “Copa America del Centenario”. La più grande di sempre, la coppa di tutte le Americhe, che per la prima volta si terrà fuori dal Sudamerica (negli Stati Uniti), e vedrà ai nastri di partenza 16 nazionali di tutto il continente.
Sarà un’edizione speciale, infatti la Coppa America in realtà, si è già giocata l’anno scorso in Cile, dove vinsero i padroni di casa ai rigori proprio contro l’Albiceleste. Questa è un’edizione straordinaria, che deroga alla tradizionale cadenza quadriennale del torneo, pensata per commemorare il primo Campeonato Sudamericano de Futbol, disputato 100 anni fa in Argentina e vinto allora dall’Uruguay.

Le squadre partecipanti

Saranno ben 16 le squadre al via, oltre alle 10 nazionali della Conmebol (Argentina, Bolivia, Brasile, Cile, Colombia, Ecuador, Paraguay, Perù, Uruguay, Venezuela), il Messico (ospite quasi fisso) e gli Stati Uniti (Paese ospitante), ma anche Costa Rica, Giamaica, Panama e Haiti qualificati attraverso degli spareggi.
La composizione dei quattro gironi della Coppa America 2016
Girone A: Stati Uniti, Colombia, Costarica, Paraguay
Girone B: Brasile, Ecuador, Perù, Haiti
Girone C: Uruguay, Messico, Giamaica, Venezuela
Girone D: Argentina, Cile, Panama Bolivia.

Argentina favorita, Brasile indecifrabile, attenzione a Cile e Colombia

L’Argentina è inevitabilmente la squadra favorita per la conquista di un titolo che le manca dal 1993; la Seleccion di Martino schiera un attacco atomico (Messi, Higuain, Aguero e Di Maria) ed è chiamata a prendersi la rivincita, dopo la bruciante sconfitta di un anno fa ai rigori contro il Cile di Vidal. Le due finaliste dell’edizione 2015 si ritroveranno subito di fronte nella prima giornata del Girone D.
L’occasione del riscatto anche per Leo Messi, che arriva da una non esaltante stagione al Barcellona, nonostante la vittoria di Liga e Coppa del Re; vedremo se questa volta Messi disputerà una grande torneo con l’Argentina e conquisterà il trofeo continentale.
Può essere l’occasione per Messi per affermarsi con la sua Argentina, conquistare il trofeo continentale, sarebbe il modo per impreziosire il suo infinito palmares, anche se l’obiettivo più importante, rimane il Mondiale del 2018 in Russia.

Andando a esaminare i 4 gironi, quello più equilibrato sembra essere il girone A, dove la Colombia sulla carta è la squadra più forte, ma gli Stati Uniti possono sfruttare il fattore ambientale, ospitando a distanza di 22 anni, una nuova competizione di prestigio, inoltre la squadra americana fallisce raramente questi appuntamenti; Costarica e Paraguay sono nazionali solide, difficili da incontrare, questo raggruppamento insomma, promette scintille.
Il Brasile dopo le ultime brutte figure, può sfruttare un girone favorevole, è stato inserito nel girone B, dove non può fallire e cercare di passare in modo agevole.
Il girone C sembra quello meno affascinate, con l’Uruguay che gode tutti i favori del pronostico, il Messico può rappresentare l’alternativa, mentre Giamaica e Venezuela proveranno a recitare il ruolo di sorpresa.
Infine il girone D con le due squadre forse più forti, Argentina e Cile che sono favoritissime, in fondo sono le due squadre che hanno disputato la finale appena 1 anno fa; sembrano spacciate Panama e Bolivia.

  •   
  •  
  •  
  •