Pasticcio Niang: un incauto tuffo fa imbestialire i tifosi del Milan

Pubblicato il autore: antoniopilato Segui
niang-milan1
Mbaye Niang
torna a far parlare di sé. L’attaccante del Milan dopo l’incidente dello scorso inverno, che di fatto lo ha costretto a star fuori per tutto il finale di stagione, si è esibito in un più che discutibile tuffo in piscina dal tetto di casa sua e ha addirittura postato il filmato sui suoi profili social.
Non proprio il massimo per un calciatore, che dovrebbe stare molto attento onde evitare ulteriori infortuni. Ovviamente non si sono fatte attendere le reazioni dei tifosi rossoneri, che hanno perso d’assalto le pagine social (Instagram in particolare) del franco-senegalese con commenti non proprio felici.
“Pagliaccio” è sicuramente quello meno grave, infatti il numero 19 è stato invitato ad andar via (in maniera un po’ pesante), a cambiare sport o semplicemente a non fare certe stupidaggini (naturalmente con tutt’altro tipo di tono).
Niang tra l’altro non è nuovo a bravate del genere, infatti nel 2012, subito dopo il suo arrivo al Milan, fu trovato alla guida dell’auto senza patente: ancora minorenne, non poteva ancora averla conseguita (si spacciò per il compagno di squadra Traoré facendo infuriare la società milanista). Nel febbraio del 2014, invece, durante il prestito rigenerativo al Montpellier, distrusse una Ferrari e fu condannato a 18 mesi di reclusione con la condizionale.
Il talento del ragazzo non si discute, anzi la sua assenza ha condizionato e non poco l’ultima parte del cammino dei meneghini. Inoltre l’intesa con Bacca lasciava presagire ad una coppia di sicuro affidamento già da subito, ma l’incidente sopracitato ha di fatto rimandato il suo processo di crescita.
Allo stesso tempo però gli stessi sostenitori del diavolo dovrebbero cercare di comprendere che in fin dei conti si tratta di un ragazzo di appena 21 anni e che certe leggerezze sono tipiche di questa fascia d’età. Dal canto suo Niang farebbe bene a badare un po’ più al campo, perché la prossima potrebbe essere veramente la stagione della consacrazione.
  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Ottavi Euro 2020: dove si piazzano le migliori terze nel tabellone?