Pelé: “Neymar non è al livello di Messi e Cristiano”

Pubblicato il autore: Armando Suma Segui
Neymar non è al livello di Messi e Ronaldo

Edson Arantes do Nascimiento, anche conosciuto come “Pelé” (Fonte foto: www.sportfair.it)

“O Rei”, “O Rei do Futebol”, “Pérola Negra”, chiamatelo come preferite, il mondo lo conosce senza dubbio con lo pseudonimo di Pelé. Da alcuni è considerato come il miglior calciatore di tutti i tempi, da altri appena dietro a Diego Armando Maradona in questa classifica. Fatto sta che Pelé ha vinto ben tre edizioni dei Mondiali di calcio (1958, 1962, 1970) e detiene il record di reti realizzate in carriera: si parla di 1281 in 1363 partite, vale a dire una spaventosa media di 0,92 gol a partita. Tra le altre cose, è stato inserito nella classifica degli “Eroi e Icone” del Ventesimo secolo dalla rivista TIME, mentre l’allora presidente del Brasile Jânio Quadros lo definì “Tesoro nazionale”; nel 2011 è stato addirittura dichiarato “Patrimonio storico-sportivo dell’umanità“. Insomma, quando vi ritroverete in mezzo all’ennesimo dibattito su cui sia stato il giocatore più forte della storia, scappate via. Non ne uscirete vivi e, in ogni caso, Pelé resterà di diritto nella storia di questo sport. Non è implicito, però considerando i suoi successi calcistici, dovremmo pensare anche che Pelé ne capisca decisamente abbastanza di calcio. Ed è per questo che sarebbe il caso di ascoltare con maggiore attenzione le sue opinioni. Come la sua ultima dichiarazione: Neymar non è al livello di Messi e Cristiano.

In un’intervista rilasciata al quotidiano spagnolo MARCA, in cui si parlava della Coppa America e soprattutto delle possibilità di vittoria del Brasile, Pelé ha anche detto la sua circa il ruolo di Neymar nella nazionale brasiliana. Con grande onestà, al proposito ha detto che “Neymar non è al livello di Messi e Cristiano, non ancora. Se dovessi dire chi è il migliore oggi, dire Messi. Cristiano è differente nel suo gioco, però Messi è il migliore in mia opinione”. Sull’assenza di Neymar in questa Coppa America ha aggiunto che “E’ chiaro che il Barcellona abbia fatto pressioni per farlo giocare soltanto ai Giochi Olimpici. Credo che se Neymar giochi è meglio per il Brasile, chiaramente, come anche per il calcio in generale”. In questa stagione l’astro del Barcellona ha segnato 24 reti nella Liga BBVA, impreziosite dalla realizzazione di 12 assist decisivi per la sua squadra. Quelle di Pelé non sembrano quindi critiche rivolte a Neymar, ma solo l’esternazione di opinioni personali.

  •   
  •  
  •  
  •