Scontri Marsiglia, Uefa apre procedura contro la Russia

Pubblicato il autore: Rocco Menechella Segui

scontri marsiglia stadioScontri Marsiglia, Uefa apre procedura contro la Russia. E’ stata una giornata di ordinaria follia quella che si è vissuta ieri a Marsiglia. Quello che doveva essere semplicemente un grande evento di sport, è passato in secondo piano travolto dagli incidenti che sono stati innescati da alcuni facinorosi prima e dopo il match che ha visto protagoniste Inghilterra e Russia. Nel pomeriggio, violenti scontri sono scoppiati nella zona del Porto Vecchio di Marsiglia , con ultras inglesi e russi, che prima si sono sfidati in una serie di risse con tanto di lanci di oggetti contundenti e poi si sono coalizzati contro le forze dell’ordine che sono dovuti ricorrere ai lacrimogeni per sedare il tutto. Un uomo di nazionalità inglese, dopo esser stato colpito alla testa, è stato colpito da arresto cardiaco ed è stato rianimato dagli uomini dei soccorsi. Al momento starebbe combattendo tra la vita e la morte nell’ospedale di Marsiglia. Il bollettino, purtroppo in costante aggiornamento, parla di almeno 31 feriti, tra i quali un altro (russo) versa in condizioni molto gravi e di sei hooligan tratti in arresto. La follia ultras però non si è placata con l’inizio della partita.

Leggi anche:  È morto Diego Armando Maradona

Al triplice fischio del match del Velodrome infatti, ultras russi, evidentemente per ‘continuare il discorso’ iniziato in giornata, hanno letteralmente attaccato quelli inglesi. Una sorta di ingiustificata sete di vendetta che non trova alcuna giustificazione possibile. Si sono vissuti momenti di grandissima tensione e paura con tante persone vicine al settore occupato dai russi, che hanno tentato la fuga. Le due tifoserie sono venute a contatto, il tutto sotto gli occhi di donne, bambini e persone inermi che ovviamente erano accorse allo stadio semplicemente per assistere ad una partita. A nulla è quindi valso l’appello della UEFA che, dopo i primi scontri, aveva emesso una nota nella quale spiegava: “La UEFA condanna fermamente gli incidenti di Marsiglia. Le persone che praticano tali atti di violenza non hanno posto nel mondo del calcio“. Secondo quanto emerso, proprio in relazione agli incidenti del Velodrome, il massimo organo calcistico europeo, avrebbe deciso di aprire una procedura disciplinare contro la Russia e i suoi tifosi.

Leggi anche:  Comunicato del Napoli: "Nessuna lite tra Gattuso e calciatori"
  •   
  •  
  •  
  •