Serie B, valzer panchine: addii per Gautieri e Marino

Pubblicato il autore: Fabio Roveda Segui

Serie B

Il campionato di Serie B deve ancora terminare, con una promozione nella massima serie e una retrocessione in Lega Pro ancora da decidersi (stasera l’andata del playout Virtus Lanciano-Salernitana), ma tante società hanno già iniziato a programmare la prossima stagione.

Recentissima è la notizia dell’addio di mister Carmine Gautieri al Latina: come precisato sul sito della società pontina non si è giunti a un accordo per rinnovare il contratto in essere per la prossima stagione e il tecnico napoletano ha pensato di fare le valigie. Terni la destinazione al momento più probabile.

Lascia anche Pierpaolo Marino, che a dire la verità era già un separato in casa. Esonerato dal Vicenza a marzo, la risoluzione definitiva del suo contratto è il primo atto ufficiale della nuova società veneta, rilevata da Alfredo Pastorelli nella tarda serata di lunedì. Si ripartirà con Lerda, che negli ultimi due mesi ha saputo rivitalizzare una squadra che viaggiava sul baratro della zona playout. Per il tecnico irpino invece tutte le strade conducono a Frosinone.

Leggi anche:  Sky, DAZN, Eleven Sports? Dove vedere Copa America 2021 in tv e in streaming, 47^ edizione Brasile

L’Avellino invece riparte da Mimmo Toscano, che sarà presentato oggi. Lo fa non senza qualche polemica per l’addio di Tesser, come ha fatto sapere il presidente Taccone da Teora: “Ad Attilio Tesser vanno i nostri ringraziamenti, ma ha già firmato con un’altra squadra (ndr, la Cremonese). Noi abbiamo mantenuto il nostro stile, decidendo di ufficializzare il nuovo allenatore una volta finita la stagione”, come ha riportato tuttoavellino.it.

Una conferma arriva invece da Padova, sponda Cittadella: il club veneto ha da poco ufficializzato che il matrimonio con Roberto Venturato, tecnico della promozione in Serie B, continuerà.

Chi invece è ancora in alto mare è il Bari: i soldi promessi da Datò a Paparesta tardano ad arrivare e al momento è tutto congelato. Ancora difficile definire chi potrebbe essere il prossimo allenatore, con una pletora di nomi le cui percentuali cambiano di giorno in giorno: da Sannino a De Zerbi, passando per Colantuono, Castori, Aglietti, Reja, Stellone e Carrera.

Leggi anche:  Le prime dichiarazioni su Instagram di Christian Eriksen

Nessuna novità anche da Chiavari, con la Virtus Entella che dopo l’addio di Aglietti sta vagliando numerosi profili. A detta del patron Gozzi sono 35 le candidature ricevute, ma il club sta prendendo tempo per evitare decisioni inutilmente affrettate.

Proseguirà con Massimo Drago il Cesena, fresco di rinnovo fino al 2018. La priorità del club romagnolo per il momento è quella di gestire la ‘vicenda Foschi’, con il ds prossimo al trasferimento a Palermo, ma che intende continuare a dare una mano ai bianconeri.

A Brescia si dovrebbe ripartire a sorpresa da Boscaglia: dopo un lungo tira e molla pare infatti definito il rinnovo del tecnico, anche se per l’ufficialità bisognerà aspettare fine mese, in quanto le priorità dopo le peripezie della stagione scorsa sono pagare gli stipendi e iscrivere la squadra al prossimo campionato.

Leggi anche:  Juventus, Cristiano Ronaldo non si sbilancia: "Quello che verrà, sarà per il meglio. Ora sono concentrato sull'Europeo"

In quel di Vercelli la Pro ha nel mirino per la prossima stagione il tecnico del Torino Primavera Moreno Longo, di recente eliminato nella semifinale scudetto dai pari età della Juventus. La trattativa però deve ancora decollare.

Per Perugia e Ascoli è in corso un piccolo derby per Cristian Bucchi, con il club umbro favorito. Probabile che i marchigiani ripiegheranno su Giovanni Buso, caldeggiato dal possibile nuovo ds Igor Budan, dopo l’addio imminente di Francesco Marroccu.

Insomma, siamo solo agli inizi di giugno ma con tantissima carne al fuoco si preannuncia un’estate di mercato molto calda sul fronte delle panchine.

  •   
  •  
  •  
  •