Spalletti: “Nainggolan? L’ho sentito entusiasta e pronto a ridarci il suo contributo nella prossima stagione”

Pubblicato il autore: Masi Vittorio Segui

 

135307580-441399ef-9c83-4e81-a878-007192ab25f4

Luciano Spalletti, intervistato da “Tuttomercatoweb Radio“, affronta diverse tematiche, dalla permanenza di Radja Nainggolan fino alla Nazionale azzurra, non elemosinando interessanti spunti sul calciomercato: “La forza dei singoli e l’organizzazione di gioco dell’Italia è impressionante. L’assist di Bonucci per Giaccherini è lo specchio del nostro calcio. Nainggolan? L’ho sentito entusiasta e pronto a ridarci il suo contributo nella prossima stagione. Pjanic? Bisogna essere preparati a sterzare vista la velocità di questo mondo. La Juventus è la squadra più forte di tutte e dovremo sfruttare il nostro gioco collettivo per arrivare ai suoi livelli. Mercato? Dobbiamo rinforzare la difesa a causa degli infortuni e delle partenze. Sabatini sa bene cosa serve a questa squadra. Ljajic? E’ un giocatore della Roma in questo momento, servirà valutare bene la sua situazione. Borja Valero? Mi piace moltissimo. Potrebbe giocare sia a Roma che al Bayern Monaco o al Chelsea, ma la Fiorentina non lo vuole far partire. Mi sembra un’operazione impossibile per noi. Io allenatore viola in futuro? Paulo Sousa è un ottimo tecnico, la Fiorentina deve tenerselo stretto. Mario Rui? Eseguirà il grande lavoro fatto da Digne nella passata stagione, è un buon innesto per la Roma. Witsel? E’ un calciatore di livello, ma costa tanti soldi. De Sanctis? Resta con noi, lo vogliamo tenere“.

Insomma, un Luciano Spalletti a 360°, che si prepara ad un estate di calciomercato molto “calda” per la sua Roma. La partenza del già citato Pjanic ha lasciato un importante vuoto tecnico-tattico da dover al più presto colmare, oltre ad essere stata un’operazione di mercato poco apprezzata dalla tifoseria, visto che il giocatore è stato ceduto ad una diretta concorrente per la corsa allo scudetto, la Juventus. Ciò significa che la società dovrà, in un certo senso, farsi perdonare, riuscendo a metter su una squadra che possa impensierire i bianconeri, che proveranno, da parte loro, a vincere il quinto tricolore consecutivo. L’eventuale permanenza di Nainggolan, poi, sarebbe un’ottima notizia, visto che il belga è stato accostato diverse volte al futuro Chelsea di Antonio Conte. Il centrocampista, ex Cagliari, rappresenta una sicurezza, e perdere anche lui vorrebbe dire dover ricostruire per intero la coppia centrale della linea mediana.

  •   
  •  
  •  
  •