Verso EURO 2016 Portogallo forza sette contro l’Estonia

Pubblicato il autore: Max Mostes Segui

Nell’ultimo test prima di EURO 2016 Portogallo travolge l’Estonia con sette gol. La speranza di confrontarsi con un avversario di buon livello in vista dell’imminente europeo si é persa in un battito d’ali. Ieri sera al “Estadio da Luz” di Lisbona é andato in scena qualcosa di piú simile ad un allenamento che ad un match tra nazionali.
Gli estoni si presentano in terra lusitana con un 
4-5-1 molto coperto, che peró non ha evitato la goleada. Il Portogallo da parte sua mette in campo un 4-3-3 con Ronaldo prima punta e con Joao Mario e Quaresma liberi di svariare sul fronte offensivo. Il primo acuto degli uomini di Fernando Santos arriva al 36′: Joao Moutinho apre per Quaresma, che si invola sulla destra e trivela in mezzo per CR7, che in tuffo di testa trafigge l’incolpevole Londak. Dopo soli tre minuti arriva il raddoppio, scambio tra Andre Gomes e Joao Mario, passaggio sulla destra per Quaresma che appena entrato in area inventa un tiro a giro sul secondo palo che non lascia scampo al portiere baltico. Verso il 45′ Joao Mario ruba palla sulla trequarti, triangola con Ronaldo, entra in area e recapita di nuovo la sfera nei piedi della star del Real Madrid, che calcia col destro ma impatta la palla col mancino, la sfera si impenna e infine si insacca nella rete estone, tre a zero. La partita del numero 7 finisce qui, sostituito nella ripresa da Nani.
Il secondo tempo comincia con un paio di azioni arrembanti da parte dei neroazzurri di Tallinn, che vanno vicini al punto colpendo la traversa. Al 55′ i lusitani calano il poker, con Danilo Pereira di testa su corner di Quaresma. Sei minuti dopo l’ex interista scappa via sulla destra e mette in mezzo, Londak respinge male su Mets, cinque a zero. Ci pensa ancora Quaresma al 77′: Renato Sanches ruba palla nella metá campo difensiva, fa 40 metri palla al piede e serve “El Ciganito”, che batte l’estremo difensore baltico con un diagonale chirurgico. A dieci minuti dalla fine Eder chiude i conti, servito in area dall’uomo-mercato Andre Gomes.
Cautamente soddisfatto a fine partita il CT Fernando Santos, che ovviamente rivolge l’attenzione verso l’esordio a Euro 2016:
“Abbiamo fiducia nelle nostre capacitá, ma adesso serve calma. Dobbiamo migliorare l’approccio alla partita, nei primi 25 minuti certe cose non mi sono piaciute, poi peró abbiamo dominato. Abbiamo un buon ritmo, ma manca ancora molto. Sappiamo che i nostri avversari all’Europeo saranno diversi. Le cose vanno bene, ma ci vuole calma”.
L’esordio dei portoghesi, inseriti nel gruppo F con Austria, Ungheria e Islanda, é previsto per il 14 giugno a Saint-Etienne contro l’esordiente selezione islandese. Con una coppia Ronaldo-Quaresma cosí in forma il divertimento é assicurato. 

PORTOGALLO: Rui Patricio, Cedric Soares (dal 46′ Vierinha), Pepe (dal 58′ Ricardo Carvalho), José Fonte, Raphael Guerreiro, Joao Mario (dal 59′ Eder), Danilo Pereira (dal 70′ William Carvalho), Joao Moutinho (dal 58′ Renato Sanches), Andre Gomes, Quaresma, Cristiano Ronaldo (dal 46′ Nani). CT: Fernando Santos.

ESTONIA: Londak, Teniste, Klavan (dal 68′ Raudsepp), Baranov, Teniste, Kruglov (dal 66′ Marin), Dmitrjiev (dal 63′ Sappinen), Mets, Antonov, Puri (dal 87′ Gussev), Anier (dal 70′ Vassiljev). CT: Magnus Pehrsson.

MARCATORI: 36′ Ronaldo, 39′ Quaresma, 45′ Ronaldo, 55′ Danilo Pereira, 61 aut. Mets, 77′ Quaresma, 80′ Eder.

EURO 2016 Portogallo

  •   
  •  
  •  
  •