Bielsa ad un passo dall’Argentina, primo obiettivo recuperare Messi e Higuain

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui
bielsa

Marcelo Bielsa

Bielsa è vicinissimo a diventare il nuovo c.t. dell’Argentina, com’era prevedibile El Loco dopo il pasticcio con la Lazio guiderà l’Albiceleste almeno fino ai prossimi Mondiali di Russia 2018. Il primo obiettivo di Bielsa come c.t.dell’Argentina sarà quello di convincere alcuni senatori della nazionale a continuare a giocare con la maglia albiceleste. Su tutti, naturalmente, c’è da recuperare Leo Messi, uscito a pezzi dalla finale di Coppa America persa contro il Cile, ma anche Gonzalo Higuain e Sergio Aguero avevano palesato progetti di ritiro dalla maglia dell’Argentina. Bielsa avrà il compito di ricostruire il morale di una nazionale ricchissima di talento, ma che non è mai riuscita a diventare squadra negli ultimi anni. Due finali di Coppa America, una finale mondiale, tutte perse consecutivamente, hanno minato le certezze di un gruppo di giocatori che non hanno mai avuto una vera e propria guida in panchina. Bielsa dunque allenerà l’Argentina, ma la Lazio non resterà a guardare e il presidente Claudio Lotito di certo non farà terminare in tempi brevi la questione riguardante El Loco. Dopo le buone esperienze in Europa Bielsa tornerà ad allenare in patria, ripartendo da una nazionale che non vince da tanto, troppo tempo, i Mondiali dal 1986, la Coppa America dal 1993. Come archiviare la vicenda Bielsa – Lazio? solo il tempo potrà dire di chi saranno state le colpe di un rapporto mai nato che ha avuto solo l’effetto di danneggiare ulteriormente il rapporto, già pessimo, tra la dirigenza laziale e i tifosi biancocelesti.

Bielsa – Lazio, le parole di Tare

Queste le parole di Ighli Tare sull’affare Bielsa:”Abbiamo concordato con Bielsa alcuni acquisti, tra cui un terzino sinistro, un attaccante esterno e una prima punta titolare per la squadra. Gli abbiamo dato ampia disponibilità. Gli abbiamo dato disponibilità per acquistare Llorente del Real Madrid, un difensore centrale, non Llorente del Siviglia come hanno scritto i giornali. Avevamo stabilito condizioni, 500 mila euro di prestito secco con la garanzia che il calciatore giocasse l’80 per cento delle partite da titolare. Gli avevo consentito questa operazione, dicendogli che se per lui era importante lo avrei fatto. Stesso discorso per Mammana del River Plate, altro difensore centrale: eravamo vicini all’accordo con lui, poi è arrivato il Lione, abbiamo provato ad alzare l’offerta da 8 milioni di euro ma ha deciso diversamente. Il terzo giocatore richiesto da Bielsa era Morel del Lione, lo aveva avuto al Marsiglia. Due o tre giorni fa il Lione ci ha detto che era incedibile. Il quarto giocatore richiesto da Bielsa è Rodrigo Caio, calciatore del San Paolo, già nella nostra lista, lo seguivo da due anni, ma bisognava capire bene la situazione. Avevamo un accordo con Bielsa per approfondire questo argomento più in là perché ora sta giocando la Libertadores e poi deve giocare con il Brasile l’Olimpiade. Dunque è una trattativa in essere. Poi Bielsa ha chiesto Beasejour: lo avremmo preso solo se fossero saltate trattative già avviate per Adriano e lui era d’accordo con questo acquisto. E un altro giocatore che sta giocando l’Europeo. Vista l’uscita di Candreva abbiamo oltretutto già bloccato un calciatore, non posso dirvi il nome: questo è il terzo giocatore che stiamo per prendere rientrante nei patti. Stiamo lavorando, ovviamente i tempi degli acquisti non dipendono solo da noi. Bielsa ci ha chiesto Pato, io ho avanzato dei dubbi sulle sue condizioni fisiche, lui mi ha garantito che avrebbe potuto allenarlo bene. Abbiamo avuto un incontro con l’agente di Pato per formulargli una proposta di quattro anni, molto importante dal punto di vista economico, una cifra vicina a quella di Klose. Nei giorni successivi ho avuto modo di parlare con Pato di persona, mi ha detto che per motivi personali non voleva lasciare il Brasile. Cessioni? Ha chiesto garanzie su Keita e Biglia».

  •   
  •  
  •  
  •