Cagliari: 16 gol nella prima uscita stagionale

Pubblicato il autore: Michele D. Segui

cagliari
Dopo una settimana di lavoro nel ritiro di Pejo, è il turno della prima uscita stagionale per il nuovo Cagliari di Rastelli, contro la formazione locale del Pieve di Bono. La Partita finisce con un confortante 16-0 per la compagine di Massimo Rastelli.

Nel primo tempo il tecnico dei sardi si affida al suo 4-3-1-2 della promozione, con questa formazione:
Storari, Padoin, Salamon, Capuano, Murru,Tetteh, Di Gennaro, Ionita, Joao Pedro, Giannetti, Farias.
Subito dentro quindi Padoin,  schierato come terzino destro, e sembrato già in buona condizione, destreggiandosi ottimamente sull’out. A centrocampo, per carenza di uomini si è puntato sul giovanissimo Tetteh, che si è posizionato sul centrosinistra completando il reparto centrale con Di Gennaro e Ionita. La partita la sblocca Joao Pedro su rigore, poi doppietta di Giannetti, altri due gol di Joao Pedro e gioie pure per Di Gennaro, Tetteh e Farias. Molto propositivo pure Ionita. Finisce cosi 8-0 il primo tempo.
Nella ripresa Rastelli cambia tutti tranne Tetteh, rimanendo però al 4-3-1-2 almeno inizialmete, con questa formazione: Rafael, Pisacane, Ceppitelli, Krajnc, Russo, Tetteh, Munari,Deiola, Pajac, Capello e Cop.
Il gol che sblocca la ripresa è di Deiola, che poi ne segnerà altri due, intervallati dal gol di Pajac, che mostra buoni piedi e intenzioni. Con l’ingresso di Vasco per Tetteh si passa al 3-5-2 con Munari in regia, e arrivano i gol di Cop, Capello doppietta e Pajac. Finisce 16-0

Leggi anche:  Qualificazioni Euro 2021 femminile: oggi le Azzurre sono impegnate in Danimarca

Cosi Rastelli dopo la gara al sito ufficiale del club: “Sono soddisfatto dell’approccio, anche considerando che abbiamo iniziato la preparazione appena una settimana fa, oltre alla consistenza dell’avversario. I ragazzi si sono impegnati per mettere in pratica quanto provato durante la settimana. Abbiamo preferito non rischiare Sau per un leggero affaticamento, ma da domani tornerà ad allenarsi regolarmente con il gruppo. Siamo partiti dalla base dell’anno scorso, con qualche accorgimento diverso per dare maggior solidità alla squadra. Tutti sono arrivati in ritiro in buone condizioni: evidentemente in estate non sono rimasti fermi, a conferma della grande professionalità di questo gruppo. Tetteh? Ha qualità e forza fisica, oggi eravamo contati dunque l’ho tenuto in campo per più tempo rispetto agli altri; mi sta colpendo favorevolmente. Pajac? E’ un giocatore tecnico, con un ottimo piede: bisogna trovargli la collocazione giusta all’interno di questa squadra”.

Non hanno partecipato all’incontro Sau, Dessena, Melchiorri e Crosta, tutti alle prese coi rispettivi programmi di recupero.

Leggi anche:  Juventus, testa al mercato: aperta l'idea su Milik e Giroud

In sede di mercato, si parla insistentemente nelle ultime ore di un interessamento per Luca Cigarini, ma c’è da superare la concorrenza della Sampdoria. Il giocatore non ha sciolto le riserve
 

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: