Ecco come Simeone può allenare l’Argentina

Pubblicato il autore: Mario Grasso Segui

simeone-2
In Argentina lo sognano e mai come adesso Diego Pablo Simeone, per tutti ‘El Cholo’, può sedere sulla panchina della nazionale albiceleste. Al di là delle due finali di Champions League perse ha lasciato un segno indelebile nell’Atletico Madrid e nella storia recente dei Colchoneros. Ormai a tutti è nota la fama sua e del suo sistema di gioco senza fronzoli e tutto grinta e corsa, il ‘cholismo’.

L’indiscrezione su una clamorosa svolta sulla panchina della Selecciòn arriva dalla Spagna. Stando alle parole dei media iberici sembrerebbe esserci nel contratto che lega il ‘Cholo’ all’Atletico una clausola che prevede la possibilità per il tecnico argentino di svincolarsi gratuitamente se volesse allenare la nazionale in cui per anni ha giocato, disputando anche tre Mondiali. L’occasione è quella buona, visto che dopo la seconda finale di Copa America consecutiva persa, Gerardo Martino ha rilasciato le dimissioni senza neanche attendere le Olimpiadi, in cui avrebbe guidato la promettente squadra under 23 integrata con tre fuori-quota.

Simeone può essere l’uomo giusto per tanti motivi. Prima di tutto perché è un grandissimo motivatore e il gruppo dell’Albiceleste, che pur essendo fortissimo non riesce mai a vincere nulla, va fortemente motivato per non perdere fiducia nei propri mezzi in vista del Mondiale di Russia 2018. In più potrebbe essere utile motivare e convincere Leo Messi a tornare sui suoi passi dopo l’annuncio del ritiro prematuro dalla nazionale. Poi c’è un elemento che accomuna Argentina e Atletico Madrid quando si parla di Simeone. L’ex interista e laziale era titolare nell’Atletico che portò a casa l’ultimo campionato spagnolo nel 1995/96. Tornato in biancorosso, ma da allenatore, è riuscito nel 2013/14 a riportare il titolo nazionale sulla sponda meno ricca di Madrid. E guarda un po’, Diego Pablo era tra i titolari anche nell’ultima Argentina vincente della storia, quella della Copa America 1993. Che non sia davvero lui l’uomo giusto per tornare ad alzare un trofeo?

In alternativa si fanno anche altri nomi: Bielsa (appena approdato, però, alla Lazio), Sampaoli (che ha già giustiziato l’Argentina in Copa America un anno fa con il Cile), Gallardo e Pochettino. Ma a Buenos Aires fin dalla finale persa contro il Cile a New York hanno le idee chiare: tutti vogliono ‘El Cholo’.

  •   
  •  
  •  
  •