Eto’o Charity Match: tanti big del calcio in Turchia in queste ore

Pubblicato il autore: Daniele Caroleo Segui

turchia

Sono molte le stelle del calcio che, in queste ore concitate, si trovano loro malgrado in Turchia. L’esercito turco ha effettuato un colpo di stato occupando gli organi di informazione nazionale e i palazzi dirigenziali. Sono stati inoltre bloccati i socialnetwork e l’areoporto internazionale di Istanbul è stato chiuso.
Sabato 16 luglio, si sarebbe dovuto giocare l’Eto’o Charity Match . L’iniziativa era prevista proprio in Turchia, all’Arena di Antalya, lo stadio dell’Antalyaspor, attuale squadra di Samuel Eto’o. Il campione camurunense, ex giocatore, tra le altre, di Inter e Barcellona, da sempre in prima linea per quanto riguarda le iniziative di beneficenza e per il sociale, aveva organizzato questo match per raccogliere fondi da destinare alla sua fondazione.
Per l’occasione Eto’o aveva fatto le cose davvero in grande, invitando calciatori del calibro di Ronaldo, Leo Messi, Didier Drogba, Karim Benzema, Xavi, Carles Puyol, Javier Zanetti, Nwankwo Kanu, Eden Hazard ed Emmanuel Adebayor. Questi sarebbero stati  allenati da quattro mister d’eccezione: Diego Maradona, Jose’ Mourinho, Fabio Capello e Walter Zenga. Neymar e Iniesta hanno dato forfeit all’ultimo minuto.
Molti di loro avevano già provveduto a raggiungere la Turchia nel pomeriggio di venerdì, nelle ore precedenti al colpo di stato effettuato dall’esercito contro il governo di Erdogan.
Uno di questi è stato Hazard, come si evince dal suo profilo twitter.
Prima che i socialnetwork venissero bloccati, Deco ha avuto addirittura il tempo di pubblicare una foto sul suo profilo instagram che lo ritrae in compagnia di Puyol, Arda Turan e Abidal alla cena della fondazione di Eto’o.
Uno dei primi ad essere stato raggiunto telefonicamente dai giornalisti è stato Fabio Capello, che ha dichiarato “C’è inquietudine, siamo in attesa di evoluzioni“.
Messi aveva intenzione di raggiungere la Turchia direttamente il giorno della partita, mentre al momento (ore 02.30) non si conosce l’attuale situazione di personaggi come Maradona, Mourinho, Aubameyang, Benzema, Drogba, Demba Ba, Geremi, Eden Hazard, Kanu, Kolo Toure, Lass Diarra, Saha, Desailly, Essien e Okocha.
L’evento, previsto per sabato, al quale doveva partecipare anche il presidente Erdogan, sarà quasi sicuramente annullato.

  •   
  •  
  •  
  •