Inter: le parole di Roberto Mancini dopo il Bayern

Pubblicato il autore: Mirko Pellecchia Segui

image

Al termine della pesante,è comprensibile, sconfitta dell’ Inter contro il Bayern Monaco, il tecnico Roberto Mancini non si è sotratto ai microfoni rimarcando l’importante di Icardi e le difficoltà enormi nel giocare ogni tre giorni con la stessa squadra.

Di seguito tutte le sue parole:“Non si dovrebbero fare tre partite in sei giorni con i giocatori ancora in preparazione. È stata una partita in
cui le cose ti fanno storte a partire e dall’impatto. Chiaramente ci mancano tantissimi giocatori ma il lato positivo è che oggi hanno fatto un po’ di fondo.
Qui le partite sono belle ma c’è il rischio di essere un po’ in difficoltà con la preparazione. Tutti pronti per Oslo? Certo,anche chi ha lavorato a Brunico con eccezion fatta di Eder che è arrivato per ultimo e forse anche un po’  di Medel che è arrivato dopo gli altri.
Era praticamente impossibile giornale tre partite in sei giorni con solo undici giocatori.
Come mi sento? Io sono sereno perché faccio il mio lavoro sul campo.
Ho parlato con la società,ci siamo visti e abbiamo parlato.
Quando torneremo ad Appiano vedremo se ci sono delle novità. Quello che accadrà non lo so.

Brozovic e Banega? Saranno importanti perché sono forti e hanno qualità,vedremo se poi arriverà qualcuno. Icardi è il nostro capitano. Allenare e creare una squadra sempre più forte mi dà stimolo. Tutte le società lavorano per migliorarsi.”

  •   
  •  
  •  
  •