Libertadores, altra sorpresa: Boca Juniors ko

Pubblicato il autore: Mario Grasso Segui

FBL-LIBERTADORES-INDVALLE-BOCA
Non smette di stupire la Copa Libertadores. Dopo il clamoroso ko del San Paolo contro l’Atletico Nacional in casa, le semifinali di andata riservano un’altra sorpresa: il Boca Juniors cede all’Independiente del Valle per 2-1.

I neroblu ecuadoriani ribaltano lo svantaggio iniziale, rimontando nella ripresa. E dire che gli Xeneizes impiegano soli 13 minuti per sbloccare l’incontro allo stadio Olimpico Atahualpa di Quito, prestato per l’occasione al piccolo e sorprendente club di Sangolquì. A portare in vantaggio la formazione argentina è Pablo Perez. Gli oro-blu gestiscono senza affondare il colpo del ko e nella ripresa vengono puniti. Passa poco più di un quarto d’ora e Bryan Cabezas pareggia i conti. Quindi, a un quarto d’ora dalla fine arriva il colpaccio: José Angulo mette la firma sul 2-1 che manda in visibilio i presenti nella capitale ecuadoriana. Finisce 2-1. Boca sconfitto nonostante Tevez, Lodeiro e altre stelle. Certo, il ko della squadra allenata da Guillermo Schelotto è sicuramente meno dannoso di quello rimediato dal San Paolo nella notte precedente.

Innanzitutto perché arrivato in trasferta e poi perché comunque gli Xeneizes sono riusciti a segnare fuori casa. Gol che può essere prezioso nel ritorno della Bombonera di Buenos Aires. Basterà infatti un 1-0 per garantirsi la finale. L’Independiente del Valle si gode il successo, ma da domani sarà di nuovo a lavoro per preparare una gara, presumibilmente di resistenza, nella bolgia della capitale argentina. Sarebbe un sogno per i neroblu arrivare in finale al primo colpo. Pensare che solo nel 2007 il club ecuadoriano vinceva il campionato di Segunda Categoria, l’equivalente della nostra Lega Pro. Due anni dopo ha ottenuto la promozione dalla Serie B alla Serie A e si è qualificato per la prima volta alla Libertadores essendo stata nel 2015 la squadra che ha totalizzato il maggior numero di punti tra torneo di Apertura e Clausura dopo le due più blasonate Liga de Quito ed Emelec.

Superata la prima fase chiudendo dietro i brasiliani dell’Atletico Mineiro, ma davanti ai cileni del Colo-Colo, i neroblu sono riusciti nell’impresa di eliminare i campioni in carica del River Plate, per poi superare i messicani del Pumas UNAM. Insomma, gli ecuadoriani non sono nuovi alle imprese. Il Boca ha avuto un primo avvertimento. Tra una settimana non potrà concedersi altri passi falsi.

  •   
  •  
  •  
  •