Super League svizzera: partenza a razzo per il Basilea, in gol Doumbia

Pubblicato il autore: Fabio Roveda Segui

Super League svizzera

Mentre in Italia impazza il calciomercato con la telenovela Higuain, al di là delle Alpi è già tempo di campionato. In Svizzera tra ieri e oggi si è infatti giocata la prima giornata della Super League 2016/17, massima divisione del campionato elvetico.

Bene tutte le ‘big’ all’esordio: vincono Basilea, Grasshoppers e Young Boys, più il Lucerna corsaro a Lugano. Ottimo punto invece strappato dal Vaduz sul campo del Thun. Vediamo le gare nel dettaglio.

PRIMA GIORNATA SUPER LEAGUE SVIZZERA 2016/17

LUGANO-LUCERNA 1-2
Allenatore nuovo, problemi vecchi per il Lugano. Da Zeman a Manzo il copione cambia poco, i bianconeri creano molto e disputano un buon primo tempo, ma sono puniti alle prime distrazioni. Clamoroso il palo di Bottani (poi sostituito nell’intervallo per un problema muscolare al flessore) nel primo quarto d’ora solo davanti al portiere, poi alla mezzora gli ospiti ‘puniscono’ con Neumayr. Nella ripresa fissano il risultato sul 2-1 il rigore di Schneuwly all’83’ e la rete della bandiera di Ceesay all’85’. Da segnalare uno striscione della Curva Nord dei padroni di casa contro l’acquisto Sulmoni (“Lugano non dimentica”),

SAN GALLO-YOUNG BOYS 0-2
Primo tempo senza emozioni, poi i gialloneri di Berna dilagano nella ripresa. Al 55′ su calcio d’angolo la difesa del San Gallo si perde Bertone che porta in vantaggio gli ospiti, mentre all’83’ un clamoroso errore dell’estremo difensore dei padroni di casa Lopar favorisce Kubo che raddoppia e chiude il match.

GRASSHOPPERS-LOSANNA 2-0
Senza troppi patemi il Grasshoppers sbriga la pratica del neopromosso Losanna. Decide una doppietta di Caio al 24′ e al 64′ con due belle conclusioni quasi in fotocopia dal limite dell’area. Ospiti apparsi invece molto timidi e che hanno pagato lo scotto dell’emozione dell’esordio in Super League.

THUN-VADUZ 1-1
Stecca invece l’esordio il Thun, che pur dominando la gara deve concedere un punto in extremis alla squadra del Principato del Liechtenstein. Tante le occasioni per raddoppiare sprecate dalla squadra di casa, andata in vantaggio con una rete di Rapp dopo soli due minuti. Così, al 91′, arriva la beffa: Messaoud regala un punto d’oro agli ospiti.

BASILEA-SION 3-0
Il solito Basilea schiacciasassi delle ultime stagioni si impone senza fatica sul Sion. Doppietta per Delgado che apre le danze su rigore al 37′ e chiude i conti al 47′. In mezzo al 44′ c’è gloria anche per l’ex romanista Doumbia, al suo primo centro nel campionato svizzero. Ospiti mai in partita, mentre i rossoblù hanno sfiorato a più riprese il poker nella seconda parte della ripresa. Chiaro il segnale già mandato al campionato: i renani puntano all’ottavo titolo consecutivo. E a qualcosa di più a livello europeo, con il rinnovo fino al 2021 praticamente solo da ufficializzare di Xhaka (a bocca asciutta l’Arsenal di Wenger, che ha lungo aveva cercato il giocatore).

CLASSIFICA
Basilea 3
Grasshoppers 3
Young Boys 3
Lucerna 3
Thun 1
Vaduz 1
Lugano 0
San Gallo 0
Losanna 0
Sion 0

PROSSIMO TURNO
Sion-San Gallo
Young Boys-Lugano
Losanna-Thun
Vaduz-Basilea
Lucerna-Grasshoppers

CLASSIFICA MARCATORI
DUE RETI
Caio (Grasshoppers)
Delgado (Basilea)
UNA RETE
Bertone L. (Young Boys)
Ceesay A. (Lugano)
Doumbia S. (Basilea)
Kubo Y. (Young Boys)
Messaoud A. (Vaduz)
Neumayr M. (Lucerna)
Rapp S. (Thun)
Schneuwly M. (Lucerna)

  •   
  •  
  •  
  •