Amichevole Cagliari Amburgo: finisce 1-1 il match

Pubblicato il autore: Collu Luca Segui

Amichevole Cagliari Amburgo: a Farias risponde Hunt

Amichevole Cagliari Amburgo Amichevole Cagliari Amichevole Cagliari Amichevole Cagliari Amichevole Cagliari
Amichevole Cagliari Amburgo.
Finisce 1-1 il match che ha visto sfidarsi la squadra sarda contro il club tedesco.
Farias al 14′ realizza il gol su rigore dell’uno a zero, ma 20 minuti dopo Hunt pareggia sempre su penalty (in questo caso molto discutibile).
Ottima prestazione della formazione allenata da Rastelli, che ha mostrato un’ottima condizione e di essere pronta per l’inizio della stagione.
Nell’amichevole Cagliari Amburgo, c’è stato il doppio esordio dei due neo-acquisti degli isolani.
Borriello, che è partito dal primo minuto, ha mostrato grinta e ha ricevuto gli applausi dei tifosi che assistevano al match.
La condizione della punta è sembrata buona e si è dimostrato motivato e pronto per la sua nuova avventura.
Anche se non è riuscito a trovare il gol all’esordio, ha avuto qualche buona occasione ed è riuscito a difendere palla e far risalire i suoi compagni di squadra.
Al minuto 72 ha fatto il suo ingresso anche il neo terzino destro del Cagliari, Mauricio Isla che è stato accolto con applausi e cori.
Nonostante sia arrivato da poche ore in Sardegna, l’allenatore rossoblu ha deciso di iniziare ad integrarlo nella formazione titolare ed il giocatore sarà determinante negli schemi del tecnico.

Le parole di Giulini dopo l’amichevole Cagliari Amburgo

Il presidente rossoblu, ai microfoni di Sky, ha parlato del mercato e della prestazione dei suoi uomini: “L’amichevole di questa sera è andata bene, abbiamo provato un nuovo modulo e siamo contenti perché pensiamo di poter dire la nostra anche col 3-5-2, come alternativa al modulo dell’anno scorso. Abbiamo un’ottima intelaiatura che ha visto il campionato in cui abbiamo inserito 5 giocatori d’esperienza.
Padoin e Isla? Il primo è un nome che cercavamo già a fine della scorsa stagione, mentre il nome del secondo è uscito più avanti. Sono due pedine importanti, d’esperienza, che possono fare bene in questa piazza. Il nostro mercato termina qui perché pensiamo che la squadra abbia le carte in regola per salvarsi e per giocarsela contro tutte. Dobbiamo giocarci la salvezza con una decina di squadre, mentre le altre hanno un budget nettamente superiore e difficilmente potremo competere.”
Poi smentisce il possibile arrivo di Cassano in rossoblu: ” E’ un poeta del calcio, qualche anno fa avrei fatto un pensiero per prenderlo, ma adesso siamo a posto con questa rosa e non pensiamo ad aggiungere altri tasselli”.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: