Dundalk, il cielo d’Irlanda si ubriaca di Champions

Pubblicato il autore: Andrea Angelini Segui

“Il cielo d’Irlanda si ubriaca di stelle di notte e il mattino è leggero…”, cantava così Fiorella Mannoia nel suo singolo di successo dei primi anni novanta.  E pensare che quelle stelle ieri notte a Dundalk il cielo d’Irlanda le ha viste e toccate per davvero, le stelle della Champions League, di cui è davvero piacevole ubriacarsi.

Il Dundalk Football Club, campione d’Irlanda in carica, travolge il favorito Bate Borisov nel ritorno del terzo turno preliminare di Champions League per 3-0 con doppietta del centravanti McMillan e un goal di Benson, subentrato allo stesso McMillan, ribaltando lo 0-1 dell’andata in Bielorussia e ogni pronostico a riguardo.
Il Bate Borisov, nella scorsa edizione di Champions League, aveva messo in seria difficoltà la Roma dell’ex allenatore Garcia, sfiorando addirittura una clamorosa qualificazione agli ottavi di finale all’Olimpico di Roma.
Il Dundalk invece, nonostante fosse fresco di due titoli nazionali consecutivi e il calcio irlandese abbia dato un’ottima prova di sé agli Europei di Francia, aveva iniziato con difficoltà il secondo turno preliminare di questa Champions League, avendo la meglio solamente per il doppio goal segnato in trasferta nel pareggio contro gli islandesi del FH Hafnarfjordur.

I Lilywhites di Dundalk, che dopo lo Shamrock Rovers sono la squadra più titolata della nazione devota a San Patrizio, vantano il record di essere stato il primo club fuori Dublino a vincere il campionato irlandese, nel lontano 1933, e quello ancora più prestigioso di aver raggiunto gli ottavi di finale di Coppa dei Campioni nell’edizione 1979-80, eliminati dal Celtic di Glasgow, che per un beffardo scherzo del destino potrebbero ritrovarsi contro nel playoff di accesso ai gironi che verrà sorteggiato Venerdì a Montecarlo.

L’unica squadra irish a qualificarsi alla fase a gironi di una competizione europea in tempi recenti è stata proprio la rivale Shamrock Rovers, nell’edizione 2011-12 dell’Europa League, ma è risaputo che le ubriacanti stelle della Champions League lasciano ancora più il segno, e così con la vittoria di ieri sera le casse del club di Dundalk si sono assicurate quasi 6 milioni di sterline.
Un guadagno e un sogno inatteso che adesso è tutto da godere, e il capitano della squadra O’Donnell, intervistato a fine partita, ha voluto condividere la magica notte stellata con tutta la sua nazione, lanciando un messaggio a tutti i detrattori del calcio irlandese: “Tutto quello che volevamo era il rispetto del campionato e dei giocatori che giocano in questo campionato, ci sono alcuni giocatori decenti e questo è per tutti coloro che giocano nel campionato, non solo a Dundalk. Forse adesso non saremo per un po’ lo zimbello, abbiamo dimostrato che siamo in grado di competere e avete visto artisti del calibro di Daryl Horgan e Patrick McEleney stasera che potrebbero abbellire qualsiasi fase. Non mi stai dicendo che non sono meglio di alcuni dei giocatori che presumibilmente giocano ad un livello superiore. Incredibile per l’intera squadra.
Oltre il mattino, si spera che anche il sorteggio a Dundalk e sotto il cielo d’Irlanda sia leggero.

Tripudio Dundalk

  •   
  •  
  •  
  •