Formazioni ufficiali Lazio-Juventus: torna Felipe Anderson, Higuain parte dalla panchina

Pubblicato il autore: Nunzio Corrasco Segui

Formazioni ufficiali Lazio-Juventus
Formazioni ufficiali Lazio-Juventus: ecco i 22 calciatori scelti da Inzaghi e Allegri

Insieme a Napoli-Milan, Lazio-Juventus è sicuramente la partita di cartello di questa seconda giornata di Serie A. Entrambe le formazioni si presentano a questo secondo appuntamento del campionato dopo una vittoria all’esordio: la Lazio si è imposta 4-3 sul campo dell’Atalanta, mentre i campioni d’Italia hanno vinto 2-1 sulla Fiorentina.
I padroni di casa che per l’occasione potranno nuovamente contare sul sostegno della Curva Nord, recuperano Felipe Anderson (di ritorno dalle Olimpiadi) e si affidano a Immobile le chiavi del reparto avanzato. La Juventus dal canto suo dovrà rinunciare a Pjanic dal primo minuto – il bosniaco partirà dalla panchina – e a Bonucci fuori per problemi personali. Al posto del difensore della Nazionale azzurra verrà impiegato il nuovo acquisto Benatia, mentre a centrocampo spazio al trio formato da Khedira, Lemina e Asamoah.
Vi riportiamo in seguito l’11 scelto dai due tecnici:

Formazioni ufficiali Lazio-Juventus
LAZIO (3-4-3): Marchetti; Bastos, De Vrij, Radu; Basta, Parolo, Biglia, Lukaku; Felipe Anderson, Immobile, Lulic. All. Inzaghi
JUVENTUS (3-5-2): Buffon; Barzagli, Benatia, Chiellini; Dani Alves, Khedira, Lemina, Asamoah, Alex Sandro; Dybala, Mandzukic. All. Allegri
Ecco le parole dei due tecnici, riportate da Sportmediaset.com, alla vigilia del match:
ALLEGRI:

Cosa pensa del sorteggio di Champions?
“L’unico che ci interessa è quello del campionato per ora e quello dice Lazio alla seconda di campionato. Sono partiti molto bene. Sarà una partita molto difficile anche per il caldo, ma faremo di tutto per portare a casa i tre punti”.
C’è preoccupazione per l’assenza di Bonucci?
“Ci sono dei momenti nella stagione in cui prendi gol e noi in questo inizio l’abbiamo sempre subito. L’anno scorso all’inizio abbiamo subito molto, nel ritorno molti meno anche quando avremmo potuti prenderli. Il calcio è bello perché è strano. Con la Fiorentina abbiamo concesso solo un calcio d’angolo e hanno segnato. Ci vuole più attenzione, ma non sono preoccupato”.
Esordirà Pjanic o giocherà Lemina?
“E’ ancora un mio dubbio che valuterò in giornata. Mandzukic partirà titolare in attacco perchè Higuain ha dovuto rallentare un attimo per un affaticamento”.
Con che modulo giocherete?
“Avremo la difesa a tre nonostante l’assenza di Bonucci. Vedremo poi se cambiare in corso o meno. Giocherà uno tra Rugani e Benatia”.
Asamoah sarà un nuovo acquisto in questa stagione?
“E’ tornato a giocare come interno di centrocampo. E’ un giocatore molto affidabile e di qualità. Ora finalmente sta bene”.
Ti infastidisce che la rosa non si ancora al completo?
“No, non mi infastidisce perché finché il mercato è aperto dopo le prime partite di campionato, è normale che le squadre abbiano le rose incomplete, anche se la nostra rosa è quasi completata. La cosa che dà fastidio è che i giocatori che devono andare in uscita, è normale che non abbiano la testa, o meglio ce l’hanno parzialmente all’interno del campo”.
Siviglia avversario ostico con Vazquez?
“Non so neanche come gioca il Siviglia perché se avessi saputo che l’avremmo beccato al sorteggio, avrei guardato la prima di campionato. Altrimenti dovevo vedere tutte le partite delle 32 squadre che partecipano alla Champions. No, non so come gioca, sicuramente Sampaoli è un grande allenatore, ha caratteristiche diverse da Emery. E’ una squadra di valore, però ne parleremo, tanto ora c’è la sosta, andate in vacanze e parleremo quando rientriamo. Dopo la vacanza è bello perchè abbiamo un mese dove ci sono sette partite una dietro l’altra”.
Cosa teme della Lazio?
“E’ una squadra da contropiede e molto della sfida di domani sarà deciso dalle ripartenze. Lotteranno per le prime sei posizioni, ma hanno preso buoni giocatori come Immobile”.
Marotta ha detto che Matuidi sarebbe perfetto per la Juve? Lo è anche per lei?
“Non parlo degli altri giocatori”.
Roma, Inter e Napoli non sembrano agguerrite come anti-Juve…
“Siamo solo alla prima giornata. Se torniamo indietro di un anno la Juve era data per morta. E’ troppo presto per fare valutazioni di questo genere”.
La prossima settimana ci saranno le nazionali: avete già idea di quanti rimarranno a lavorare?
“L’Idea ce l’ho, ho il numero, perchè le Nazionali hanno quasi mandato le convocazioni: rimarremo in 5 barra 6. Rimarranno Evra, Alex Sandro, Hernanes, Marrone se non esce, Higuain e Asamoah, più il portiere, Neto. Avremo una bella settimana di lavoro da fare e magari sabato vedremo se riusciremo a concludere con una partita amichevole mischiati con la Primavera, che anche questi ragazzi hanno bisogno di giocare. Dopo una bella settimana di lavoro poi rientreranno gli altri e poi abbiamo un bel mese impegnativo, il primo di tre mesi prima di arrivare alla sosta di Natale”.
INZAGHI:
Sulla sfida contro i bianconeri.
“Faremo del nostro meglio, è un banco di prova importante. I singoli dovranno fare tutti una grande partita. Dovremo fare la partita perfetta, dobbiamo sperare che non siano nella loro giornata migliore anche se questo accade di rado. E’ dal 2003 che non li battiamo. Abbiamo provato la difesa a tre ed altre cose”.
Sulla situazione legata a Keita e Morrison.
“Keita non sarà convocato, è una scelta tecnica. Morrison? E’ sul mercato. Insieme al club sta cercando una destinazione. Io ho pensato alla Juve.
Felipe Anderson potrà essere impiegato? Quali sono le condizioni dei calciatori dei reduci da infortunio?
“C’è la possibilità che Felipe Anderson parta dall’inizio. E’ carico e molto motivato. Radu, Bastos, Lulic, Felipe, hanno lavorato bene e sono tutti convocabili. In generale, sarebbe stato meglio affrontare una squadra più abbordabile”.
Come scardinare la loro difesa?
“Loro hanno la difesa della Nazionale e Buffon in porta, hanno preso Pjanic, Higuain e Dani Alves, ma al di là di questi dovremo essere intensi e cercare di sorprenderli. A difesa schierata sono quasi imperforabili”.
  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Amichevoli Roma 2021: tutti gli impegni precampionato dei giallorossi