Inter, Candreva: “Voglio gioire con Icardi: Puntiamo a fare bene”

Pubblicato il autore: Giancarlo Fusco Segui

Inter, Candreva si presenta al popolo nerazzurro e prima di parlare della stagione che lo attende ha voluto ringraziare Roberto Mancini che lo ha voluto fortemente

candreva-728x445

Inter, Candreva si presenta ai tifosi nerazzurri

Inter, Candreva nel corso della presentazione ufficiale con il nuovo club ha toccato tanti argomenti, partendo dai ringraziamenti a chi lo ha voluto fortemente finendo ai buoni propositi per la stagione 201672017 che avrà inizio domani, sabato 20 agosto.

Conferenza Inter, Candreva: “Ringrazio la Lazio e i suoi tifosi”

Un Antonio Candreva, carico più che mai, si è presentato dinanzi i microfoni in’occasione della sua presentazione ufficiale in nerazzurro lasciando prima un pensiero alla sua ex società, la Lazio prima di parlare del suo approdo all’Inter: Voglio salutare la Lazio e i suoi tifosi con i quali ho passato anni bellissimi, e ringraziare Suning Group che mi ha voluto qui, hanno speso tanto e ora voglio vincere, questo è l’obiettivo di un club abituato a farlo. Arrivo in nerazzurro all’età giusta, ho 29 anni e l’esperienza internazionale giusta”. Anche se, parole sue, c’è stato un momento che ha temuto nel non buon esito della trattativa: “Se ho avuto paura che la trattativa saltasse? A un certo punto sì, però alla fine sono arrivato a Milano. Dopo il Livorno sono andato alla Juventus. Quando chiama un club del genere non si pensa a rimanere nella ‘piccola’, bensì di fare il salto. L’esperienza di Torino è comunque importante per me, ho imparato tanto dai campioni che hanno giocato con me. Nel frattempo ho acquisito tanta esperienza e ora voglio fare bene all’Inter“.

Conferenza Inter, Candreva : “Ci stiamo conoscendo con mister De Boer”

Ovviamente, dopo i ringraziamenti di rito si è tornati a parlare del presente, della stagione che verrà e del nuovo allenatore, partendo da Icardi, rimasto a Milano dopo esser stato a lungo corteggiato dal Napoli di De Laurentiis proprio come lui: “Icardi è un grande attaccante ed è il nostro capitano ma non voglio promettere assist. Voglio solo gioire insieme a lui e ai miei compagni. Se ho rifiutato altri club? Non ho rifiutato nessuno, non so se il Napoli abbia parlato con la Lazio. L’Inter mi ha sempre voluto e sono contento di aver scelto il nerazzurro. Mentre con mister De Boer ci stiamo conoscendo, è arrivato da poco. Antepone il controllo della gara e vuole preparare al massimo le sfide. L’impressione è sicuramente ottima. Quale modulo preferisco tra 4-2-3-1 e 4-3-3? Con il primo modulo, senza la mezzala, forse servirebbe una copertura maggiore per il terzino. Ma non ho problemi di adattamento, il mio ruolo è lo stesso”
Candreva prima di parlare di De Boer ha voluto, però, ringraziare anche Roberto Mancini che lo ha voluto fortemente poiché lo considerava un tassello importante per il suo modulo.

Conferenza Inter, Candreva: “La Juventus è la squadra da battere, ma…”

Prima di chiudere la conferenza, Candreva ha parlato anche del campionato che verrà affermando: La Juventus ha vinto gli ultimi Scudetti, quindi è la squadra da battere. Noi vogliamo migliorare la passata stagione e puntiamo a far bene in tutte le competizioni”.
Apparso più agguerrito che mai ma sempre sorridente, Antonio Candreva ha fatto capire quali sono le intenzioni dei nerazzurri per la prossima stagione, seguendo la linea del tecnico De Boer che non ha alcuna intenzione di partire svantaggiato nei confronti dei campioni d’Italia della Juventus.

  •   
  •  
  •  
  •