Milan, retromarcia Bacca: “Contento di rimanere”

Pubblicato il autore: Andrea Bellini Segui

Milan

L’inizio del campionato è ormai alle porte, ma a tener banco, per alcune squadre, è ancora il calciomercato: una di queste situazioni la troviamo in casa Milan, ancora impegnato nel piazzare i propri esuberi. Infatti i rossoneri, dopo l’addio di giocatori dagli ingaggi pesanti, come Mexes e Alex (solo per citarne alcuni), a cui è andato ad aggiungersi, nelle ultime ore, Alessandro Matri, si ritrova ancora alle prese con alcune questioni spinose, prima su tutte quella relativa a Diego Lopez: il portiere spagnolo è, come ormai risaputo, sulla lista dei partenti, ma non riesce ancora a trovare una sistemazione, proprio a causa dell’ingaggio molto pesante; l’unica pista rimasta aperta è quella che porta al Celta Vigo, dato che l’altra (presunta) pretendente, ovvero il Chelsea, sembra aver individuato il vice-Courtois in Eduardo, portiere ex Genoa, attualmente in forza al Basilea. Ma il club spagnolo, che sembra aver avuto un colloquio con il Milan durante il trofeo Tim, vorrebbe il 34enne gratis, proprio per poter assicurare lo stipendio richiesto dal suo entourage: la situazione, quindi, sembra lontana dalla soluzione. Restando al reparto difensivo, i rossoneri con tutta probabilità si libereranno di uno tra Rodrigo Ely e Jherson Vergara: l’italo-brasiliano è reduce da una stagione vissuta più in panchina che dentro il rettangolo di gioco, mentre il colombiano ha nettamente deluso le aspettative nel pre-campionato, dopo una buona stagione con il Livorno, in Serie B; per i due l’ipotesi più accreditata rimane quella del prestito. Passiamo ora alla notizia del giorno: l’intervista di Milan TV a Carlos Bacca.

Milan, senti Bacca:”Voglio portare il Milan in Europa”

Il canale tematico rossonero, infatti, ha intervistato l’attaccante colombiano, dato spesso per partente. In relazione prorpio a tutte le voci di mercato che ci hanno accompagnato questa estate, Bacca risponde:“Si è parlato molto, si son dette cose, interessi di club o offerte per me. La verità è che non avevo preso alcuna decisione. Sono qui contento con il gruppo, lavorando e cercando di prepararmi al meglio in vista della prima partita.” In seguito, fiducia in Montella e nella stagione che verrà:“Sono molto fiducioso in vista della prossima stagione, con un nuovo allenatore a cui piace giocare il pallone e essere propositivo. Mi piace perchè così posso avere 2 o 3 occasioni per partita. Speriamo che nella prima partita arriveremo al risultato. Mi hanno fatto piacere le parole del mister su di me, si sta vedendo dentro il campo che sto lavorando per adattarmi a quello che chiede.” Poi, un pensiero all’Europa, uno dei motivi che poteva spingerlo a lasciare il Milan:“Europa? Questo è uno dei motivi per cui pensavo di poter andare a giocare in una squadra che faceva la Champions, però poi pensandoci a mente fredda quando avevo deciso di lasciare il Siviglia era perchè volevo riportare il Milan e non voglio andarmene senza esserci riuscito. Sono un giocatore con ambizione, non ho potuto conseguire la Champions nel primo anno, spero di viverla presto. Sono contento di essere rimasto al Milan e mi piace giocare in una squadra come questa.” Poi, punzecchia i suoi detrattori, coloro che non lo vedono congeniale al gioco di Montella:“Aiuto poco la squadra? Quando faccio gol aiuto la squadra. Io sono il primo giocatore che deve essere leader nel campo. Non sono un giocatore tecnico o tattico. So che un attaccante non deve solo segnare solo i gol, ma io do sempre il massimo.” Infine, chiude con un invito ai tifosi ad andare a supportare la squadra allo stadio. Parole da giocatore maturo e responsabile, ma è davvero tutto finito con questi buoni propositi per la stagione che verrà?

West Ham: l’insidia è dietro l’angolo

Come vi abbiamo riportato poche ore fa, non sembra essersi assopito l’interesse del West Ham nei confronti del colombiano e, complice il grave infortunio occorso ad André Ayew, gli Hammers potrebbero vedersi costretti a tornare sul mercato. In realtà ormai sembra che gli inglesi abbiano rinunciato all’idea di arrivare a Bacca, complici un paio di situazioni che si incastrano alla perfezione: le parole di Bacca sopra riportate e, in concomitanza, il rifiuto di Zaza di trasferirsi al Wolfsburg. Anche lo juventino è dato per partente, e chissà che il West Ham non torni a farci un pensierino. Situazione tutta da seguire.

  •   
  •  
  •  
  •