Milan-Torino 3-2 Le dichiarazioni dei protagonisti nel postpartita. Gli Highlights

Pubblicato il autore: Masi Vittorio Segui

Milan-Torino-numeri-precedenti-e-statisticheDebutto con vittoria per il Milan di Montella. Battuto il Torino per 3-2

LE DICHIARAZIONI NEL POSTPARTITA:

Montella: “Mi capitano sempre partite di questo tipo ed oggi è andata meglio dell’anno scorso. Partiamo col piede giusto, sono soddisfatto di come ha giocato la squadra perchè nel primo tempo e per venti minuti nel secondo abbiamo avuto continuità di gioco, interpretando benissimo le varie fasi. Abbiamo creato tante occasioni, credo una mezza dozzina. Siamo andati in sofferenza negli ultimi venti minuti sulla fisicità degli attaccanti del Torino, ma credo che l’energia che regna attorno e dentro la squadra ha fatto parare il rigore a Gigio. Volevamo questa vittoria e partire col piede giusto“.

Bacca: E’ il trionfo di tutti. Io ho concluso le giocate, ma c’è stato Donnarumma, il corpo tecnico, c’è un grande lavoro di tutti, anche dei tifosi. Montella? Il lavoro già si vede, teniamo bene la palla. Nel primo tempo potevamo segnare e stare più tranquilli. Tra poco arriveremo al 100% di quello che ci insegna il mister. Dedica? A mio figlio, che mi ha sempre chiesto portami il pallone a casa. E adesso ce l’ho fatta. Quando c’è il lavoro, i risultati arrivano. Ho regala un sogno a mio figlio, anche per questo non ho fatto calciare il rigore a Niang che me l’aveva chiesto, volevo fare questa tripletta“.

Mihajlovic: Abbiamo giocato a viso aperto, a lunghi tratti abbiamo anche dominato. Non meritavamo la sconfitta. Abbiamo sbagliato molto, regalando praticamente tre gol, ma non posso rimproverare nulla riguardo voglia e dedizione. Ho visto il cuore Toro, continuiamo su questa squadra”. Un’emozione tornare qua?“Io ho lasciato tanti amici qui, è sempre un piacere tornarci. Sarebbe stato meglio se avessi almeno pareggiato, ma non cambia nulla. Sono stato bene al Milan, al di là di tutto”.
Su Donnarumma “Se l’avessi saputo non l’avrei lanciato l’anno scorso. E’ forte, lo sappiamo, non c’era bisogno di parare un rigore contro di me per dimostrarlo”. La difesa del Torino ha palesato delle difficoltà: “Abbiamo cambiato modulo, passando dalla linea a tre a quella a quattro. Oggi non era una difesa titolare, per il semplice fatto che non abbiamo potuto lavorare. Zappacosta ha recuperato giovedì e non volevo farlo già giocare. E’ normale che ci siano degli errori. Abbiamo preso tre gol da polli”.


GLI HIGHLIGHTs DI MILAN-TORINO:

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: ,