Trofeo Karol Wojtyla: la conferenza stampa di presentazione

Pubblicato il autore: andrea celesti Segui

DSC_0614-1
Roma, 30 Agosto- Si è svolta stamattina nella sede della FiGC la conferenza stampa del torneo Karol Wojtyla, manifestazione giunta alla XII edizione, a cui partecipano Roma, Lazio, Latina, Frosinone Vigor Perconti(squadra romana campione d’Italia juniores) e Brno. Durante l’evento si è messo in risalto la lealtà, il rispetto e lo spirito di sacrificio che dovrebbero esserci in questo sport, in particolare durante il torneo. A parlare per primo Melchiorre Zarelli, presidente del Comitato Lazio, che ha voluto salutare subito Suor. Bertilla, una presenza fissa della manifestazione, per poi leggere la lettera di Tavecchio(assente a causa degli impegni concomitanti della Nazionale azzurra) dedicata al grande Papa Karol Wojtyla. Successivamente è intervenuto il presidente del comitato organizzatore Antonio Calicchia, che ha voluto evidenziare il blasone di questa manifestazione, a cui partecipano talenti già pronti per il grande calcio, elencando tutte le squadre partecipanti e i calciatori che in passato hanno giocato in questo torneo, come Claudio Marchisio. Il presidente inoltre ha voluto ringraziare i cavalieri della Roma Testini e Suor Bertilla.  A intervenire anche Aurelio Frulli, dell'”Associazione Nazionale Vittime Civili di Guerra”, che ha parlato del torneo come una “cosa gratificante“, parlando del tifo come qualcosa che identifica il calcio. Frulli ha ringraziato inoltre gli organizzatori della competizione parlando di “pace e coesione“. La parola poi è passata a Fabrizio Grassetti, vice presidente del comitato organizzatore, che si è soffermato sull’importanza dell’aggregazione e della figura di Wojtyla. A parlare anche Roberto Serio, che ha parlato delle vittime civili di guerra che arrivano nel nostro paese e dell’importanza di costruire “corridoi umanitari“. Davide Ciaccia, presidente dell’SSF Atletico, si è detto fiero e orgoglioso di ospitare questa manifestazione, e ha ringraziato il presidente Zarelli e le squadre che si affronteranno nel torneo. Importante è stato anche l’intervento di Simone Farina, ex calciatore ed attualmente nell’organico della Lega Serie B, che ha voluto mettere in risalto la figura del grande Papa Wojtyla, oltre a parlare del sogno di costruire un grande stadio a Lampedusa. È stato poi il turno dei rappresentanti delle due squadre romane principali: Aldo Bartolomei(Roma), che ha parlato della lealtà che ci deve essere tra i ragazzi e del fatto che l’arbitro dovrebbe evitare la disciplina rigida, e Salvatore Schietroma ( Lazio), che ha ribadito la voglia della sua società di “onorare la manifestazione con una nuova squadra e un nuovo allenatore“. La conferenza si è conclusa con Ettore Viola, figlio del grande presidente giallorosso, che ha parlato del caso Boniek e della simpatia che Karol Wojtyla aveva per i colori giallorossi. Tanto è dunque l’attesa per questo evento, che comincia oggi e si conclude sabato sul campo “Aristide Paglialunga” di Fregene (Rm).

  •   
  •  
  •  
  •