Caos Inghilterra. Allardyce ha le ore contate? Salgono le quotazioni di Mancini

Pubblicato il autore: Gioacchino Moncado Segui
sam allardycePotrebbe essere arrivata già alla fine l’esperienza di Sam Allardyce sulla panchina della Nazionale inglese. Il 61enne, in carica soltanto dallo scorso 22 luglio è finito travolto da una bufera alimentata dalle rivelazione del quotidiano Telegraph che ha portato a conoscenza dell’opinione pubblica una serie di fatti “compromettenti” per il commissario tecnico della Nazionale.  Allardyce, infatti, è stato filmato da due cronisti del quotidiano, che si sono finti degli uomini d’affari durante gli incontri con un presunto rappresentante di un’azienda dell’Estremo Oriente che aveva dichiarato la sua volontà di incassare soldi attraverso operazioni finanziere nel ricco mercato della Premier League. L’importo pattuito per la consulenza era di 400mila sterline. Nel corso degli incontri Allardyce ha consigliato ai suoi interlocutori come fare per poter aggirare le norme per regolare la proprietà dei cartellini da parte di “terze parti” ( soggetti diversi dal club o dal calciatore stesso) Agli incontri era presente anche il suo agente, Mark Curtis, e il suo consulente finanziario Shane Moloney. A far da tramite è stato l’agente Scott McGarvey, un amico di lunga data di Allardyce, che non era a conoscenza del coinvolgimento dei giornalisti sotto copertura. Ma c’è di più. Infatti Allardyce durante gli incontri si è lasciato andare a commenti poco gradevoli nei confronti del suo precedessore Hodgson, nei confronti del principe William e del fratello Harry, criticando anche il progetto della FA legato alla ricostruzione di Wembley.
Il Telegraph ha inoltrato tutto il materiale alla Football Association allegando  18 domande su Allardyce e i suoi commenti durante gli incontri. La FA ha rifiutato di rispondere a tutte le domande senza ricevere prima le trascrizioni complete delle conversazioni.
Il futuro di Allardyce sembra comunque essere segnato. Per lui non sembrano esserci possibilità per uscire indenne da questo scandalo.  Rimane da capire se sarà lo stesso Commissario Tecnico a dimettersi o arriverà l’esonero da parte della Federcalcio inglese.  A quel punto si aprirebbe la questione del nuovo CT. Le strade sembrano portare tutte all’ex allenatore dell’Inter Roberto Mancini. L’italiano conosce molto bene il calcio inglese ed avrebbe il profilo giusto per tenere botta nei confronti dei sempre critici commentatori britannici. Mancini attualmente è libero e potrebbe accettare di buon grado questa nuova avventura professionale. Il tecnico italiano è in vantaggio rispetto al francese Laurent Blanc.

Leggi anche:  Maradona, la calciatrice spagnola Paula Dapena non rispetta il minuto di silenzio: "Era uno stupratore"
  •   
  •  
  •  
  •