Ferrero cuore d’oro, oggi in visita ad Amatrice annuncia: “Incasso del derby a loro. Ho già parlato con Preziosi”

Pubblicato il autore: marco benvenuto Segui

Ferrero
Massimo Ferrero è uomo che, in questi anni, ha spaccato il mondo del calcio tra favorevoli e contrari. Inutile dire che o lo si ama o lo si odia. Ma quello di oggi non era il Ferrero “incazzato” nella pancia dell’Olimpico, che vuole ingaggiare Dzeko come attore del suo prossimo film.
Fererro oggi ha messo da parte l’amarezza per la sconfitta contro la Roma e per la squalifica di due giornate inflitte ad Alvarez per le proteste dopo il calcio di rigore che ha deciso la gara al 93′ minuto.
Ferrero, che è romano, oggi è andato in visita ad Amatrice, paese simbolo del sisma. Una visita privata che gli ha permesso  di ribadire quanto aveva dichiarato a poche ore dalla tragedia: “Devolveremo l’incasso del derby”.
Una decisione, quella del patron doriano, che si unisce in  modo importante alle tante manifestazioni di solidarietà partite dall’intero mondo del calcio e delle tifoserie organizzate.
“Ho portato un po’ di amore a questo grande dolore che è successo. Ho portato la mia presenza, una parola di conforto. Ma, soprattutto – ha ribadito un Ferrero visibilmente commosso -ho portato tutta la sensibilità dimostrata da tutte le squadre di serie A e della Lega Calcio a tutte queste persone”.
Ferrero, che è stato intercettato dalle telecamere, ha ribadito di essere venuto in incognito ad Amatrice “senza cercare pubblicità”. E proprio qui risiede uno dei suoi fratelli per il quale Ferrero, proprio nelle ore susseguenti al sisma, era stato in forte pensiero.
“Fare qualcosa con la Samp? -si è chiesto Ferrero – Sono uno che le cose le fa e non le dice. Abbiamo fatto un appello con il presidente del Genoa Preziosi  e abbiamo regalato tutto l’incasso del derby che viene tra quattro settimane” Prima di lasciare Amatrice, Ferrero è tornato sull’argomento ribadendo che “L’incasso del derby sarà devoluto a questi signori, il sindaco ci ha detto oggi di metterlo sul conto dedicato. Questo faremo, il calcio farà tanto”.

  •   
  •  
  •  
  •