Gli ebrei italiani tiferanno per gli Azzurri

Pubblicato il autore: Francesco Mattei Segui

voli-italia-israeleCertamente non è una partita qualsiasi per gli israeliti che vivono in Italia, ma l’interesse per la nuova Italia di Ventura predomina.
Stasera Israele Italia per le qualificazioni ai Mondiali di Russia 2018. Tanto per usare una metafora abusata ma che in questo caso per ovvie ragioni cade a pennello, Davide (Israele) contro Golia (Italia). Noi ci siamo chiesti per chi faranno il tifo gli ebrei Italiani, che hanno comunque un rapporto speciale con il piccolo stato ebraico anche per la Legge israeliana del Ritorno, che permette sempre e in qualsiasi momento ad ogni ebreo diasporico di “tornare” in Israele e di ottenere la cittadinanza Israeliana.
Ovviamente le risposte che abbiamo ottenuto non sono l’espressione dell’inesistente pensiero unico di una popolazione composta da 35.000 persone (tanti sono gli ebrei italiani regolarmente iscritti alle rispettive comunità), sia perché era impossibile intervistarle tutte ma anche perché molti ebrei, così come molti “gentili”, sono sicuramente calcisticamente agnostici.

Leggi anche:  Inter, Lautaro Martinez vicino al rinnovo con i nerazzurri: i dettagli

Abbiamo però raccolto qualche dichiarazione che ci è sembrata interessante e significativa, da personaggi noti ma non solo, concentrandoci sulle due comunità italiane più numerose, Roma e Milano. Massimiliano Calò, esponente della Comunità Ebraica di Roma, la più antica d’Europa, e tifoso laziale, non ha dubbi: “Io tiferò Italia tutta la vita”.Sulla stessa lunghezza d’onda è David Piazza, web designer romano (e romanista) che lavora a Milano: “E’ verissimo che per noi ebrei della Diaspora Israele non è un paese qualunque e Israele-Italia, al di là della sua importanza calcistica, non è la stessa cosa di Francia-Italia. Tuttavia è l’Italia il paese in cui viviamo e lavoriamo, per cui anch’io tiferò per gli azzurri.” Sta sul vago il celebre scrittore romano – nonché docente universitario di letteratura francese – Alessandro Piperno, sfegatato tifoso laziale: “La partita in questione mi è sostanzialmente indifferente: “Come a tutti i tifosi di calcio la nazionale inizia a interessarmi solo nelle fasi finali del Mondiali o degli Europei. Per me esiste solo il club, più campanilista di così…”. Leggermente diversa è la situazione del capoluogo lombardo come ci spiega Silvia Armenio, tecnica di radiologia di fede interista e di lontanissime origini ebraico-sicule: “A Milano molti esponenti della comunità ebraica hanno origini nordafricane o mediorientali e questi tiferanno sicuramente per Israele, mentre gli ebrei milanesi italiani tiferanno Italia”.

Leggi anche:  Dove vedere Torino-Milan Primavera: streaming gratis e diretta tv?

Di Andrea Malavolti

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: