Il dopo Correggese 3 Lentigione 5 di Coppa Italia, dalla sala stampa del Borelli

Pubblicato il autore: Andrea Malavolti Segui

Si respirava molta amarezza nella sala stampa dello stadio Borelli da parte della compagine biancorossa sconfitta ai rigori dai cugini reggiani del Lentigione che il prossimo 26 ottobre incontrerà il Ravenna per i sedicesimi di Coppa Italia serie D. “A volte nel calcio è molto meglio essere fortunati che bravi – ha commentato a caldo l’allenatore della Correggese Massimo Bagatti -. Sono molto arrabbiato con i miei attaccanti perché non si può dominare una partita in questo modo e finire ai rigori. Bisogna assolutamente svegliarsi, metterci più cattiveria agonistica e soprattutto fare gol quando si arriva davanti all’estremo difensore avversario. Se avessimo concretizzato tutte le occasioni che abbiamo creato la partita non sarebbe sicuramente finita così”.
Di tutt’altri avviso e umore è naturalmente l’allenatore del Lentigione Gianluca Zattarin: “Faccio tanti complimenti ai miei ragazzi (280916171846)LOG_8009che con grande umiltà e spirito di sacrificio sono riusciti a passare il turno. Abbiamo giocato con moltissimi giovani e alcuni di loro erano al primo match in serie D: devo dire che sono stati bravi. Questa qualificazione ci dà la possibilità di dare continuità al lavoro che stiamo facendo”. “E’ un peccato aver perso – dice il difensore della Correggese Patrick Corbelli -, dobbiamo diventare più cinici e concreti sotto porta. Speriamo che questa partita ci serva da lezione per i prossimi impegni di campionato”.

  •   
  •  
  •  
  •