Il tradimento di Paul Pogba

Pubblicato il autore: Annamaria Sabiu Segui

Paul Pogba

Il calcio mercato è finito da una settimana, ma il caso di Paul Pogba tiene ancora banco. Stando alle ultime indiscrezioni più che di una vera e propria cessione, si starebbe parlando di un vero e proprio tradimento. Infatti, al termine della scorsa stagione erano molti i compagni di squadra convinti che la cessione del francese non fosse del tutto scontata. Emerge infatti che lo stesso Pogba avesse fatto un patto con i propri compagni per rimanere ancora una stagione in bianconero. A confermare questa tesi Paulo Dybala che, poco dopo il “rompete le righe”, ha rilasciato un intervista a Malta esponendosi in maniera piuttosto netta: “Sono sicuro che ritroverò Paul in ritiro”; affermazione rilasciata non solo ai media, ma anche ai tifosi locali. Dybala era convintissimo che il francese sarebbe rimasto tra le file bianconere, perché quella era la sua volontà e quella della società che aveva già pronto il rinnovo per trattenerlo a Torino.
Il progetto di Agnelli e Marotta era infatti quello di venderlo al termine della prossima stagione, in modo da far lievitare ancor di più il suo cartellino. Sebbene Marotta, avesse messo in conto il “fattore Raiola”, era convinto che con un rinnovo di contratto piuttosto consistente, il francese non sarebbe caduto in tentazione.
Insomma Pogba avrebbe tradito non solo i tifosi juventini, che fino all’ultimo hanno sperato in un colpo di scena positivo che avesse come risultato la sua permanenza a Torino, ma anche la Juventus e i compagni di squadra. Al riguardo non sono mancate delle dichiarazioni scoppiettanti sia del mister Allegri che di Buffon: “Credo che se ne sia andato perché non ne poteva più di perdere le nostre sfide”, ha affermato Massimiliano Allegri. “Pogba? Beh, lui è più semplice seguirlo sui social”, questa la frecciatina del numero uno bianconero. Così invece si è espresso Sami Khedira sul suo ex compagno di squadra: “La cessione di Paul Pogba al Manchester United? Quest’estate il calciomercato si è un po’ surriscaldato, ma se un club ha i soldi li può anche spendere. Io avrei pagato così tanto per lui e credo che Pogba non sarebbe andato via per un’offerta minore. Le sue prestazioni ripagheranno tutta la spesa perché Paul Pogba è un calciatore che fa la differenza”.


Parla Raiola

Leggi anche:  Inter, Conte: “Bisognerà fare una grande prova di squadra”

Il protagonista della cessione di Paul Pogba è senza ombra di dubbio il suo procuratore Raiola. “La cessione di Pogba dalla Juventus al Manchester United è stato un affare per il quale abbiamo lavorato almeno per un anno se non di più. La trattativa è stata complicata, c’erano tante parti interessate e tante necessità da contemperare, con la relativa difficoltà nel far combaciare il tutto. Io lavoro per il giocatore, questo è ovvio, perciò devo cercare di fare quanto è nel miglior interesse del calciatore, quello che desidera, cerco sempre di tenerlo bene a mente”. Il passaggio del francese dalla Juventus al Manchester ha fruttato ben 20 milioni di euro al suo procuratore, commissione formalmente pagata dalla Juventus, come da contratto, anche se oggetto di trattativa con il Manchester che ha pagato la sua parte.

Leggi anche:  Coppa Italia, dove vedere Juventus-Spal: streaming gratis e diretta tv in chiaro Rai 1?

 

 

 

  •   
  •  
  •  
  •