Intervista a Xavi: “Nessun dubbio su chi sia il migliore tra Messi e Ronaldo”

Pubblicato il autore: Francesco Mafera Segui

L’ex centrocampista del Barca e della Roja Xavi non ha nessun dubbio su chi sia il più forte tra il suo ex compagno in maglia blaugrana e l’asso portoghese 

xavi hernandez

Xavi Hernandez, una delle bandiere storiche del Barcellona plurititolato degli ultimi anni, adesso in forza all’ Al Sadd, non ha avuto alcuna esitazione ad incoronare il suo vecchio compagno di squadra nonché grande amico Leo Messi come il migliore nella sfida a distanza con l’altro grande top player del Real Madrid Cristiano Ronaldo. “Non c’è paragone – ha sentenziato Xavi – Cristiano ha raggiunto indubbiamente un livello straordinario, è uno dei migliori di questo periodo, ma ha avuto la sfortuna di trovarsi davanti uno dei migliori di sempre”. E con un sorriso stampato sul volto aggiunge: “Messi è fantastico sia dal punto di vista fisico che mentale. Sarà il numero uno finchè vuole, è superiore a tutti, a meno che tu non tifi Real Madrid..” Xavi al fianco di Messi ha trionfato tantissime volte con la maglia del Barcellona, 12 solo tra campionato e Champions. Numeri impressionanti che non fanno altro che elevare ancor di più il prestigio del giocatore argentino che il regista spagnolo non smette di elogiare: “Ha 29 anni e ha già vinto tutto, io invece ho iniziato a vincere con il Barcellona e in nazionale a 28 anni. E’ un privilegio averlo avuto come compagno, fa la differenza in quattro partite su cinque”.

IL MIGLIOR CLUB AL MONDO

Il fantasista spagnolo poi è altrettanto certo di quale sia la squadra più forte al mondo: “Il Barcellona è superiore a tutti, anche al Real Madrid, sono obiettivo. Il club è esposto a critiche per la rivalità costante con il Real, ma anche quando perde, il Barca è la squadra che gioca il calcio migliore. Ha acquistato molti giovani e ha una panchina migliore dell’anno passato”.

CANTERA E PROGETTI FUTURI

L’intervista al fuoriclasse catalano si conclude con due domande: una relativa al settore giovanile del Barcellona e la seconda legata a ciò che intende fare del suo futuro quando lascerà il calcio giocato. Anche su questi argomenti Xavi sembra avere le idee abbastanza chiare: “La cantera del Barcellona non si esaurisce mai, poi dipende tutto dalle circostanze. Alcuni giocatori riescono ad emergere, altri no: nel Barca giocano i migliori al mondo e non è facile trovare spazio. Il mio futuro? Giocherò ancora per due anni e poi vorrei provare a fare l’allenatore. Allenare il Barcellona può essere un’idea”.

  •   
  •  
  •  
  •