La maglia della Sampdoria eletta come la più bella del mondo. E piace anche a Messi e Maradona

Pubblicato il autore: marco benvenuto Segui

SampdoriaI tifosi sampdoriani lo sanno da sempre, ma sentirselo dire e, magari , anche ripetere non può che far piacere. Arriva, fresca, fresca, la notizia che il magazine  francese “So Foot Club” ha eletto la maglia blucerchiata come “La più bella del mondo”. Si tratta di un’articolata inchiesta che la rivista ha condotto in collaborazione con alcuni siti specializzati nella vendita di maglie di calcio, più o meno retrovintage. Hanno stilato una classifica tra le cinquanta più belle maglie e  quella della Sampdoria è risultata la più gradita al mondo. Magari in campionato le posizioni saranno diverse, ma sapere che nella classifica di “So Foot Club” la Juventus è settima, non può che riempire d’orgoglio i fans blucerchiati.

In questo senso non è che fossero mancati i segnali: basti pensare che, un po’ di tempo fa, lo stesso Lionel Messi aveva espresso lo stesso concetto e che, in rete, circola una foto di Diego Maradona giovane, impegnato in una partita di calcetto vestito di blucerchiato.
Ma non basta questo perchè già nel 2012, il Guerin Sportivo aveva espresso identico verdetto: anche in questo caso eleggendo il blucerchiato come colore mondiale. Non a caso uno stilista prestigioso come Celine ha scelto i colori della divisa doriana per creare un modello di alta moda.
La storia dei colori blucerchiati arriva dal 1946 quando, le due società Andrea Doria e Sampierdarenese, si fusero per dare vita alla Sampdoria. Nessuno voleva rinunciare ai propri colori e così il bianco-rosso e nero della Sampierdarenese si fusero anche cromaticamente con il blu dell’Andrea Doria riportando tutte le tonalità partendo dall’alto: il blucerchiato, insomma.
Intorno alla maglia doriana poi sono sorte anche numerose leggende, quella più famosa vuole Roberto Mancini, ai tempi della Sampd’oro di Paolo Mantovani, attento ed ascoltato stilista da parte degli sponsor tecnici.
Sampdoria

Maradona con la maglia della Sampdoria

Ma il blucerchiato ha affascinato anche altre società , la più famosa tra le quali l’Amantea che adottò il blucerchiato nel 1955 perchè il presidente di allora era un simpatizzante della Sampdoria. Blucerchiato anche per gli inglesi del Whitby Town i cui tifosi sono detti “seasiders”.  Identica scelta fu fatta dalla Maceratese mentre, ai tempi di Vialli e Mancini gli scozzesi del Dundee United giocarono con una maglia che ricordava quella della Sampdoria. In quell’occasione la stella del pop Rod Stewart, tifoso del Dundee,  si innamorò letteralmente della Sampdoria seguendola in qualche occasione nelle esibizioni casalinghe all’ombra della Lanterna. Maglia tanto importante da meritarsi anche un libro appositamente dedicato come quello dal titolo ovvio nel caso : “Ma maglia più bella del mondo” scritto dal giornalista genovese Luca Ghiglione.

Leggi anche:  Fenomenale Leo, Bravo Barça 4-0 all'Osasuna
Tutto questo, però, non è certo nuovo per  i tifosi della Samp. Per loro vale più di cento Oscar, la scritta riportata da uno striscione appeso al Ferraris in occasione delle partite casalinghe: “Son quei colori magici che ci fan venire i brividi”.
  •   
  •  
  •  
  •