Milan – Tanti auguri Dejan! Il “Genio” montenegrino compie 50 anni

Pubblicato il autore: Pietro D'Alessandro Segui

Dejan-Savicevic
Ogni tanto un pizzico di nostalgia non guasta. Specialmente se serve per ricordare un grande giocatore, che con la maglia rossonera ha fatto emozionare i tifosi del Milan regalando momenti di calcio di alta classe. Dejan Savicevic compie oggi 50 anni. Nato a Titograd, capitale del Montenegro, il 15 settembre del 1966, è stato attaccante, mezzapunta, regista, interno di centrocampo, ma principalmente è stato il “Genio”, così era soprannominato per le innate doti che ne hanno fatto il miglior giocatore montenegrino di tutti i tempi.

Dejan Savicevic: gli inizi

Giovanissimo Savicevic si mette in mostra con la squadra del Budućnost Titograd, per passare nel 1988, a 22 anni, nella Stella Rossa di Belgrado. Con i biancorossi vince tre scudetti, una coppa nazionale e nel 1991 la Coppa dei Campioni. Nello stesso anno si classifica al secondo posto nella graduatoria del Pallone d’Oro, dietro al francese Jean Pierre Papin. Dopo aver vinto sempre con la Stella Rossa la Coppa Intercontinentale, nel 1992 approda al Milan.

Dejan Savicevic: gli anni al Milan

I tifosi rossoneri avevano conosciuto Savicevic da avversario in occasione della partita che il Milan disputò al Marakana di Belgrado il 9 novembre 1988 contro la Stella Rossa per il secondo turno della Coppa dei Campioni. Savicevic aveva portato in vantaggio i biancorossi, ma poi la nebbia aveva dato una mano agli uomini di Capello calando fittissima e costringendo l’arbitro ad interrompere l’incontro al 10° minuto della ripresa. La partita, ripetuta l’indomani, vide il Milan vincere ai rigori e successivamente aggiudicarsi la coppa sconfiggendo in finale a Barcellona la Steaua Bucarest per 4 reti a zero.
Savicevic venne ingaggiato per 10 miliardi di lire dal Milan con Fabio Capello allenatore. Vestirà la maglia rossonera per sei anni, dal 1992 al 1998, e vincerà tre scudetti, tre Supercoppe italiane, una Supercoppa UEFA ed una Champions League. Nella finale della Champions League, disputata ad Atene il 18 maggio 1994 contro il Barcellona di Cruyff e vinta dal Milan per 4 a 0, Savicevic realizzò il terzo gol con un pallonetto scagliato da metà campo: una rete fantastica!

I primi tempi al Milan furono complicati, con poco spazio a disposizione per la presenza di campioni come Gullit, Van Basten e Papin. Ma ben presto Savicevic seppe farsi apprezzare per la sua classe cristallina, la sua inventiva in mezzo al campo ed i suoi dribbling ubriacanti. Diventò presto beniamino di San Siro di fede milanista ed insieme a Zvonimir Boban contribuì ad imbastire il gioco elegante che contraddistingueva il Milan. Nel complesso in maglia rossonera Savicevic ha disputato 144 partite segnando 34 gol.

Dejan Savicevic: gli anni dopo il Milan

Esaurita l’esperienza con il Milan, il “Genio”, dopo avere militato nuovamente per un breve periodo nella Stella Rossa di Belgrado, ha chiuso la carriera da calciatore nel Rapid Vienna nel 2001. Appese le scarpette al chiodo, divenne Commissario Tecnico della Nazionale della Serbia-Montenegro, che ha guidato fino al 2003. Attualmente ricopre la carica di Presidente della Federazione calcistica del Montenegro. Recentemente ha detto che Berlusconi è stato il miglior presidente della storia del calcio mondiale e che quello che ha fatto lui per i colori rossoneri non l’ha fatto mai nessuno al mondo.
Buon compleanno “Genio”!

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: