Morata dimentica la Juventus: “A Madrid per vincere”

Pubblicato il autore: Gioacchino Moncado Segui
Alvaro Morata

Alvaro Morata

A pochi mesi dal suo ritorno in Spagna l’ex attaccante della Juventus Alvaro Morata è tornato a parlare del suo rapporto con l’Italia e dei motivi che lo hanno spinto ad avallare il suo ritorno al Real Madrid, tanto voluto dalla società spagnola che ha deciso di avvalersi della clausola di recompra nei suoi confronti. L’attaccante della Nazionale spagnola, autore di due gol in meno di 80 secondi nell’ultima gara ufficiale giocata con la maglia della Roja, ha rilasciato alcune dichiarazioni che probabilmente non faranno molto piacere a tutti i tifosi della Juventus parlando in particolare  delle sue aspettative con la maglia dei Blancos. Morata ha inoltre puntato lo sguardo verso la sfida che si giocherà fra un mese proprio nella “sua” Torino tra Italia e Spagna, per le qualificazioni ai prossimi Mondiali del 2018. Una sfida affascinante che consentirà all’attaccante di ritrovare molti amici ma anche in questo caso lo spagnolo non ha lesinato battute, più o meno sincere, nei confronti di un suo ex compagno di squadra che a Torino fra un mese non ci sarà dopo l’espulsione rimediata nella gara di lunedì contro Israele.

Queste le dichiarazioni di Alvaro Morata intervistato dallo spagnolo AS

“Non vedo l’ora di tornare a Torino per giocare contro gli azzurri, sarà un’occasione per salutare tanti amici. Avrò bisogno di una tribuna intera allo Juventus Stadium per tutti gli amici e i parenti che vogliono venire alla partita. Andremo lì con la voglia di vendicare la sconfitta subita in Francia nell’Europeo e per proseguire nel migliore dei modi il nostro percorso di qualificazione ai prossimi Mondiali . Espulsione di Chiellini? Io gli voglio bene, mi aiutato molto a Torino, ma quando ho visto che era stato espulso sono stato molto felice, specialmente per le mie caviglie (r. Il ritorno a Madrid? Sono tornato per vincere qui dove sono cresciuto, non temo la concorrenza, è una cosa normale in squadre così forti. Mi batterò per guadagnarmi il mio posto, so che in avanti, con Ronaldo, Bale e Benzema sarà molto dura perchè costituiscono  un tridente fenomenale, ma la stagione è lunga e mi auguro che Zidane scelga di fare delle rotazioni per dare la possibilità a tutti di giocare”
  •   
  •  
  •  
  •