Nazionale italiana, Hollande ringrazia Buffon

Pubblicato il autore: Domenico Margiotta Segui

Buffon

Hollande ringrazia Buffon, dopo aver “salvato” la Marsigliese dalla barbarie di uno stadio gremito di stupidi fischiettanti. Il Presidente francese ha fatto arrivare il suo ringraziamento al portiere e capitano della Nazionale italiana, Gigi Buffon, per il gesto di cui si è reso protagonista al San Nicola di Bari mentre partiva la Marsigliese a pochi minuti dalla gara amichevole tra i galletti e gli azzurri. Gigi ha fatto partire un applauso, a cui ha risposto all’istante tutto il pubblico di Bari, cosi da surclassare i fischi che si erano alzati contro l’inno francese. E’ stato il Premier italiano Matteo Renzi a farsi testimone, nel primo pomeriggio, nella sua e-news diffusa al termine del G20 in Cina: “A margine dell’incontro di oggi Francois Hollande mi ha ringraziato per il gesto di Gigi Buffon di interrompere i fischi alla Marsigliese e chiamare una grande applauso di tutto lo stadio di Bari. Gli sportivi possono fare molto in termini di messaggi educativi: capitan Buffon lo ha dimostrato. E credo che tutta l’Italia sia stata orgogliosa di lui. Abbiamo valori che sono molto più grandi dell’inciviltà di chi sa solo fischiare”. Insomma, certo non ci aspettavamo dei ringraziamenti ufficiali del Presidente francese, ma questo fa bene al calcio e non solo. Il ruolo svolto da Gigi Buffon, portierone della Nazionale e della Juventus, non è passato inosservato: tutti i principali media si sono occupati di lui, del suo gesto fuori dal campo che di qualche sua parata spettacolare. Un eroe, lo aveva ribattezzato la stampa internazionale, e quella francese in particolare. Li conosciamo bene i francesi e loro ci conoscono. Buffon ha spezzato e spazzato via, con un sol gesto delle braccia che si libravano leggere in aria, qualsiasi polemica sterile: da ricordare come, alla fine degli inni nazionali, i due capitani hanno detto alcune parole di cordoglio nei confronti delle vittime del terremoto che ha colpito il nostro Paese lo scorso 24 agosto. Proprio per l’importanza del ricordo, al termine degli inni, che capitan Buffon ha voluto dimostrare come, al di là di ogni discorso velleitario, si possa essere campioni fuori e dentro il campo, e il ringraziamento di Hollande ne comprova lo stile.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Guardia di Finanza di Perugia: "L'esame di Suarez fu una farsa"