Pogba torna alla Juve e fa un regalo agli ex compagni!

Pubblicato il autore: Saverio Crea Segui

pogba sfondo
Pogba torna a Torino

Paul Pogba è tornato a Torino. No, non giocherà agli ordini di Allegri, pentito del suo passaggio al Manchester United. L’uomo da 110 milioni, nella giornata di venerdì è approdato al centro sportivo di Vinovo, a Torino. Grazie alle 24 ore libere, concesse dal nuovo tecnico Mourinho, il calciatore è tornato dalla sua ex squadra. La frenetica trattativa Juve-United, conclusa con le visite mediche negli Stati Uniti, non gli aveva dato il tempo di svuotare l’armadietto. Il talento francese, non al meglio nelle prime uscite in Inghilterra, ha avuto modo di incontrare la squadra, i suoi ex compagni, lo staff al completo, compreso il suo ex allenatore Massimiliano Allegri. E’ la testata Tuttosport a rivelare questa notizia. Pogba non si sarebbe limitato ai saluti. Infatti, a tutti i calciatori juventini, alla dirigenza, allo staff fino all’ultimo magazziniere, avrebbe regalato un orologio di altissimo valore, forse un Rolex. Considerato lo stipendio da 20 milioni a stagione, percepito in quel di Manchester, non sarà un problema per il centrocampista coprire questo tipo di spese ma è sempre un bel gesto. La Juventus è stato il club che ha lanciato il francesino, che ha puntato su di lui nonostante la giovane età. Conte e Allegri l’hanno fatto crescere, con bastone e carota, portandolo a diventare uno dei migliori talenti del calcio mondiale. Il passaggio allo United, aveva scatenato non poche polemiche ma ora il Polpo si riappacifica in parte con il suo ex clubCi auguriamo che il ritorno a Torino, metta fine ad ogni acredine nei suoi confronti. Il calcio è un lavoro, i calciatori possono scegliere dove giocare, senza per questo essere criticati per anni e anni. Il 23enne, sta avendo difficoltà con la sua nuova squadra. In alcune partite, è sembrato fuori posizione o semplicemente assente. Sicuramente si riprenderà, seguito e ripreso da Mou. Il tempo ci dirà, se il giocatore vale davvero tutti quei soldi ma intanto parte di essi, sono serviti per dimostrare ai suoi colleghi che Pogba ha ancora nel cuore la Juve e tutto ciò che rappresenta.

 

  •   
  •  
  •  
  •