Russia 2018: nella prima giornata di qualificazioni di scena Inghilterra e Germania

Pubblicato il autore: marco.stiletti Segui
Tra poco anche in Europa cominceranno le qualificazioni per il Mondiale di Russia 2018. L’Italia di Ventura farà il suo esordio nel girone G lunedì ad Haifa alle 20:30. Gli azzurri sono stati sorteggiati nel gruppo con Spagna, Albania, Israele, Macedonia e Liechtenstein. In campo, invece, oggi Slovacchia-Inghilterra che si sono incontrate anche a Euro 2016 nella fase ai gironi e il match terminò a reti inviolate. Entrambe le compagini sono inserite nel gruppo F a sei squadre. Sempre per questo girone si sfideranno Malta-Scozia e Slovenia-Lituania.
Nel primo giorno di qualificazioni scenderanno in campo anche girone E e C. Nel primo saranno di scena Danimarca e Armenia, Kazakistan-Polonia e Romania-Montenegro, invece nel secondo Norveglia-Germania, San Marino-Azerbaijian e Repubblica Ceca-Irlanda del Nord.
L’Inghilterra erussia-2018-grande la Germania sulla carta sono le favorite dei propri gironi. Via Hodgson dopo Euro 2016 è arrivato Sam Allardyce che schiererà contro la Slovacchia il 4-4-1-1 Harry Kane è la prima punta con Rooney che fa da supporto alle sue spalle Eric Dier e Henderson che si piazza in mezzo. I precedenti tra le due squadre dicono che la Slovacchia non ha mai battuto gli inglesi, al massimo un pareggio.Non è stato certo un Europeo da ricordare per la Germania di Low, dopo un cammino abbastanza tranquillo fino agli ottavi compresi e dopo aver superato solo ai rigori l’Italia nei quarti è uscita prematuramente contro la Francia padrona di casa. Questa sera i tedeschi torneranno in campo in quel di Oslo per il primo match del gruppo C valido per le qualificazioni a Euro 2016.
Muller e soci troveranno una Norvegia che nonostante la mancata qualificazione a Francia 2016 prosegue il progetto iniziato nel 2013 con il ct Hogmo. Nordici che visto il girone, possono ambire al secondo posto e giocarsi l’accesso agli spareggi cercando di fare meglio di Repubblica Ceca e Irlanda del Nord. Padroni di casa che dovrebbero scendere in campo con uno spregiudicato 4-3-3 con un tridente a dir poco meltingh pot formato da Diomande, King e Berisha. Le girone E. invece, la favorita sembra essere la Polonia che ha in rosa tanti giovani di prospettiva all’interno del gruppo polacco, come i vari Milik o Zielinski che si metteranno in mostra anche nel campionato italiano, senza contare nomi di primo piano e di esperienza come Lewandowski, Blaszczykowski e Glik. Newalka darà spazio al consueto 4-4-1-1 con Fabianski tra i pali. Difesa formata da Piszczek, Glik, Pazdan e Jedrzejczyk. Le chiavi del centrocampo saranno affidate a Krychowiak e Jodlowiec, con Blaszczykowski e Grosicki che agiranno sulle fasce. In attacco ci sarà Milik ad agire dietro l’unica punta Lewandowski.
Anche la Danimarca, che trova di nuovo la partita inaugurale delle qualificazioni di Euro 2016 contro l’Armenia, prova a qualifcarsi ai danni proprio dei temibili polacchi e dei rumeni che se la vedrannno con il Montenegro in casa. Gli uomni di Hareide che studiano per ritornare grande dopo le esclusioni sia dall’europeo francese che dal mondiale brasiliano. Armenia che invece è ancora alla ricerca della prima fase finale, ma difficile che la trovi in un girone come questo, che oltre agli scandinavi comprende Romania, Polonia, Montenegro e Kazakistan. Danimarca in crescita, se non altro per la rosa, con l’esclusione di Bendtner pro Jorgensen, attaccante che ha iniziato benissimo con il Feyenoord. Il solito Eriksen deve accendere i suoi, ma occhio anche alla crescita difensiva, con Vestergaard e Christensen coppia del Gladbach. Poche invece le individualità in Armenia, a parte il solito Mkhitaryan, che in ogni caso a Manchester non sta trovando troppo spazio. Tre i precedenti in Danimarca tra le due squadre, due vittorie scandinave, una armena. Zero i pareggi.
  •   
  •  
  •  
  •