Spettacolo a Glasgow: Old Firm al Celtic

Pubblicato il autore: Simone Polentarutti Segui

Rangers and Celtic fansDopo quattro lunghi anni di assenza, causa fallimento dei Rangers, in Scottish Premier League è tornato il derby di Glasgow. Ed è il numero 402 di una lunga storia, il più giocato in Europa. Di fronte due modi diversi di essere, due universi. Proletari contro borghesi, cristiani contro protestanti, repubblicani contro indipendentisti. E chi più ne ha, più ne metta. E’ questo Celtic – Rangers, ma è anche molto di più. Rivalità pura, capace di infiammare gli spettatori e dare vita a uno spettacolo straordinario. Dall’inizio alla fine al Celtic Park cantano tutti. Immagini che fanno bene a questo sport e regalano emozioni uniche. Sul campo stravince il Celtic, ma questa è solo pura cronaca, lo show è tutto intorno.

LA PARTITA
Inizio previsto per le ore 12.00 locali (13.00 in Italia), come sempre negli ultimi anni, per evitare che i tifosi di entrambe le parti scaldino troppo.
Il Celtic è favorito e gioca come tale: grande pressione fin dai primi minuti, come grande è l’agonismo dei ventidue in campo. Biancoverdi cattolici avanti al 33’ con Dembelè, bravo di testa a battere il portiere ospite. Il ventenne francese sembra non sentire alcuna pressione e gioca da veterano, tanto che 9 minuti più tardi arriva anche la doppietta con un gran tocco di esterno, dopo aver scherzato con l’ex milanista Senderos. Kranjcar e compagni non ci stanno e, con caparbietà, accorciano le distanze al 44’ con Garner. Nella ripresa però la musica non cambia: al 61’ Dembelè si traveste da assist man e regala un cioccolatino da scartare a Sinclair: 3-1. Nel finale, con i Rangers in 10 per l’espulsione di Senderos, ecco la triplettadi Dembelè e il sigillo di Armstrong. Questa è un’umiliazione, il Celtic va in paradiso. Almeno fino al prossimo Old Firm.

CELTIC – RANGERS 5-1
Marcatori: al 33′ e al 42′ Dembelè, al 44′ Garner; nella ripresa al 16′ Sinclair, al 38′ Dembelè, al 44′ Armstrong.
CELTIC: De Vries; Lustig, Toure, Sviatchenko, Tierney; Bitton, Brown (74′ McGregor); Forrest (63′ Roberts), Rogic (54′ Armstrong), Sinclair; Dembele. Allenatore Brendan Rodgers. A disposizione: Gordon, Ciftci, Izaguirre, Gamboa.
RANGERS: Foderingham; Tavernier, Senderos, Kiernan (71′ Forrester), Wallace; Barton, Kranjcar (Halliday 46), Windass; Garner, McKay, Miller (63′ Waghorn). Allenatore Mark Warburton. A disposizione: Gilks, Hill, O’Halloran, Hodson.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: