Big Match di Champions League: Barcellona-Manchester City, l’analisi della gara

Pubblicato il autore: matteo pietrosante Segui
Logo Champions League

Logo Champions League: Barcellona-Manchester City

Il big Match della terza giornata di Champions League sarà sicuramente quello di questa sera che vedrà protagoniste la squadra del Manchester City che al Camp Nou verrà ospitato dal Barcellona di Luis Enrique.
Guardiola torna nello stadio che l’ha visto protagonista come giocatore è come allenatore alla guida del Barcellona, e ci torna con un City che sta dimostrando il suo valore in campionato dove, con 19 punti, è in testa alla Premier League, a parimerito con l’Arsenal, con 6 vittorie, una sconfitta e un pareggio rimediato contro l’Everton nell’ultima partita.
Leggermente diverso in percorso della squadra inglese in Europa dove a fronte di una vittoria netta contro il Borussia Monchengldbach per 4-0, c’è stato anche il pareggio per 3-3 rimediato al Celtic Park contro gli scozzesi, appunto, del Celtic.
Proprio per questo Guardiola vorrà uscire dal Camp Nou con dei punti in tasca utili alla qualificazione e per provare a fare ciò schiererà: Claudio Bravo tra i pali, in difesa Zabaleta e Kolarov sulle fasce, rispettivamente, destra e sinistra mentre al centro del reparto difensivo giocheranno Stones e l’argentino Otamendi, a centrocampo a fianco di Fernandinho e Gundogan verrà schierato David Silva con il ruolo di dispensare palloni al tridente offensivo formato da Sterling sulla sinistra, Nolito sulla destra e Sergio Aguero al centro.
Vanno ricordate le assenze tra le fila del Manchester City di: Gael Clichy, Bacary Sagna, Fabian Delph e il colosso della difesa Vincent Kompany.

Leggi anche:  Bologna, Mihajlovic: "Non cambierò modulo"

Diversa la situazione dall’altro lato della barricata dove il Barcellona di Luis Enrique non sta vivendo un buon perido in campionato dove si trova al quarto posto a 2 punti di distanza dall’Atletico Madrid capolista, il dato più interessante sono i 10 Gol subiti non proprio in linea con una difesa che dovrebbe essere invalicabile, a fronte di ciò è doveroso riportare anche i ben 26 gol segnati nelle 8 giornate di campionato. In Europa fin qua il Barça ha trovolto nella prima giornata il Celtic con il punteggio di 7-0 e invece ha vinto con fatica e in rimonta contro il Moenchengladbach per 2-1.
Luis Enrique quindi vorrebbe ottenere i tre punti sia per fare ovviamente un passo avanti verso la qualificazione ma anche per far dimenticare per un po’ ai tifosi l’andamento della sua squadra in campionato.
Il Mister andaluso ci proverà schierando: Ter Stegen a guardia della porta, Digne come terzino sinistro e Mathieu come terzino destro, i difensori centrali saranno Javier Mascherano e Gerard Pique (storici baluardi della difesa blaugrana), nel centrocampo a 3 verranno schierati Ivan Rakitic, Don Andres Iniesta e Sergio Busquets, il tridente offensivo come al solito sarà formato da Lionel Messi, Luis Suarez e Neymar (rispettivamente con 5,6 e 4 gol in campionato occupando praticamente i vertici della classifica marcatori).
Unico infortunato per il Barcellona Jasper Cillessen a causa di una slogatura della caviglia.

Leggi anche:  Dove vedere Foggia-Palermo, streaming gratis Serie C e diretta tv Antenna Sud?

Le due squadre quindi scenderanno in campo con due formazioni abbastanza simili e sicuramente votate all’attacco e credo che entrambe giocheranno la partita a viso aperto scoprendosi inevitabilmente dietro, in questo forse rischia di più il Barcellona che potrebbe subire la velocità del Kun Aguero e di Sterling serviti dalle palle di Silva poiché la difesa del City ha dimostrato invece di essere più compatta di quella blaugrana e di poter subire meglio le straordinarie doti tecniche e tattiche del trio MSN di Luis Enrique.

Detto ciò i precedenti non ridono alla squadra di Manchester che nei 5 incontri precedenti ha perso 4 volte riuscendo a vincere solo in amichevole.
Quello che è sicuro è lo spettacolo che non mancherà al Camp Nou e  ogni appassionato di calcio non può perdersi un incontro che vede incontrarsi due tra le formazioni più spettacolari e tecniche a livello mondiale.
Perciò stasera alle 20:45 birra, divano, telecomando e “Enjoy the Match“.

  •   
  •  
  •  
  •